Gran colpo da 130mila euro al Superenalotto: dove festeggiano

Premiato da una giocata multipla al Superenalotto, ci ha creduto ed ha portato a casa dieci volte il premio

Gioco Superenalotto (Fonte foto: web)

Ancora una gioia con il Superenalotto. Succede nel novarese, nel comune di Trecate, dove il giocatore ha centrato diversi numeri vincenti. Per questo, la somma della sua vincita è molto alta. Per adesso i fortunati restano anonimi, ma certamente saranno contenti di sapere quanto hanno vinto.

Nelle casse di famiglia (o perché no, del giocatore singolo), ci finirà una bella cifra a sei zeri, come riportato anche da Agipronews. La vincita, è recentissima e probabilmente a quest’ora, il fortunato scommettitore non avrà ancora effettuato l’incasso.

LEGGI ANCHE>>> Un Gratta e Vinci; Mega Money vale 50.000 per il fortunato giocatore

In paesini piccoli e con pochi abitanti si sa, è difficile mantenere l’anonimato, magari il giocatore si farà vivo nelle prossime ore, per festeggiare nella sua Trecate, poco più di ventimila abitanti. Secondo la nota a mezzo stampa di Agipronews, lo scorso 15 luglio, il giocatore avrebbe centrato ben dieci ‘5‘. Valore per ognuno di essi, 13.125,78 euro.

LEGGI ANCHE>>> Gratta e vinci, milionario a settant’anni: incredibile come ha deciso di spenderli

Il totale quindi sarà di 131.257,80 euro, con tutte le giocate vincenti convalidate dallo stesso tabacchi di corso Roma 81. 156 milioni di euro invece, fanno capo alla vittoria dell’ultimo Jackpot centrato, nemmeno moltissimo tempo fa. Parliamo del maggio scorso, mentre se centrato alla prossima estrazione, varrebbe 55,6 milioni di euro.

La sestina vincente, premiò in data 22-05-2021, la cittadina di Montappone, provincia di Fermo, o meglio, un suo giocatore. Tornando al novarese, dove è stato raggiunto l’ammontare di 131mila euro circa in diversi premi, ricordiamo che la città si trova in Piemonte e lì un ‘6’, manca da ben dieci anni. Le ultime testimonianze, parlano del 7 gennaio 2011 infatti, data in cui un abitante di Castellazzo Bormida, festeggiò l’Epifania in ritardo con 13,5 milioni d’incasso.