Disastro per il mercato delle auto: il dato è preoccupante

Le auto stanno vivendo un importante periodo di transizione, per questo motivo c’è stato un grosso calo dal punto di vista delle vendite.

Ci sono tantissimi motivi in questo momento per cui si sta assistendo a un vero e proprio crollo delle vendite di automobili in giro per l’Europa, con fattori come per esempio possono essere la guerra tra Russia e Ucraina e il cambiamento legato all’utilizzo di nuovi carburanti che sta bloccando in maniera davvero importante i grandi compratori, per questo motivo stiamo assistendo a un vero e proprio dramma per le varie case automobilistiche.

Auto in vendita (Ansa Foto)
Auto in vendita (Ansa Foto)

Non sembra esserci pace per il mondo dell’automobilismo in questo 2022, dato che quest’anno avrebbe dovuto essere quello della ripartenza dopo la pandemia per Coronavirus che ha bloccato in maniera davvero importante il mondo intero per le annate 2020 e 2021.

Le vaccinazioni hanno permesso così di tornare alla normalità, con l’addio sempre più frequente delle mascherine in ogni reparto e con una serie di incentivi per poter vivere quanto più possibile la normalità che ci eravamo ormai dimenticati potesse esistere, ma purtroppo qualcosa sta cambiando.

Il mondo delle automobili infatti sta vivendo un crollo a dir poco drammatico delle vendite, con maggio che ha fatto registrare in tutta l’Europa occidentale una media addirittura del 12,5% in meno rispetto allo scorso anno, un qualcosa che in prospettiva potrebbe portare a una diminuzione delle vendite per un totale di 10 milioni di vetture.

Il picco lo ha raggiunto il Regno Unito, addirittura con un meno 20,6% un crollo davvero importantissimo e che viene spiegato anche dal calo del valore della Sterlina, ma non va di certo meglio per l’Italia che è al secondo posto, con un meno 15%, mentre riescono parzialmente a resistere Germania, Francia e Spagna con la flessione che si attesta tra il 10 e il 11%.

Tutte le auto in calo di vendite: ecco chi sta facendo peggio

La situazione è davvero molto drammatica praticamente per tutte le varie case automobilistiche, ma alla fine c’è comunque la possibilità di vendere ancora in qualche modo in giro per il mondo, con il gruppo Volkswagen che continua a confermarsi il migliore in assoluto, nonostante sia chiaro e presente anche nel gruppo di Wolfsburg un calo delle vendite, ma a maggio è riuscito a piazzarsi praticamente sulle 240 mila unità.

Al secondo posto invece troviamo il gruppo Stellantis, con la Fiat che è riuscita a dare una mano al raggiungimento delle 191 mila vetture vendute in tutto il mese, mentre molto più distaccata arriva al terzo posto il gruppo Hyundai che però può festeggiare il passaggio al podio.

Le quasi 100 mila automobili vendute dal gruppo coreano le permettono così di superare il gruppo Renault, con i francesi che sono andati poco volta solamente le 80mila vetture, mentre chi può gioire per questo mese è sicuramente il gruppo Toyota, al quinto posto con quasi 70 mila auto vendute, il che ha portato a un miglioramento del 5% rispetto al mese precedente.

Non c’è sicuramente comunque di che gioire in giro per questo tipo di settori, per questo motivo infatti sarà importantissimo riuscire a capire quali saranno gli aiuti da parte del vari governi, in particolar modo nel campo delle elettrico, con l’Italia che ha accresciuto sempre di più il numero di auto vendute di questo genere e che ha superato così la Spagna passando al penultimo posto dell’Europa Occidentale.