Dovizioso, futuro lontano dalla MotoGP: Melandri svela un suo progetto

Improbabile rivedere Dovizioso in MotoGP nel 2023: Melandri racconta un progetto che avrebbe in mente il forlivese.

Una stagione MotoGP veramente da dimenticare per Andrea Dovizioso, che non sta conquistando i risultati che sperava. Ogni weekend è un calvario e il suo morale è sempre più basso.

Andrea Dovizioso (Ansa Foto)
Andrea Dovizioso (Ansa Foto)

Aveva voluto fortemente salire sulla Yamaha, anche se in un team satellite, ma prestazioni e piazzamenti lasciano a desiderare. Pur disponendo di una M1 Factory, di base uguale a quella di Fabio Quartararo, è lontanissimo dalle performance del campione in carica e attuale leader della classifica MotoGP.

Puntualmente viene ricordato che forse ha sbagliato a non accettare di sposare il progetto Aprilia, vista la crescita che ha avuto. Chiaramente non si può sapere come sarebbe andato il forlivese in sella alla RS-GP, però è difficile pensare che i risultati sarebbero stati peggiori di quelli che sta ottenendo nel 2022.

Vero che Aleix Espargarò aveva dichiarato che i tempi di Dovi con l’Aprilia non erano stati entusiasmanti nei test che aveva svolto, però con più tempo in sella alla moto di Noale magari avrebbe potuto essere più competitivo di quanto lo sia oggi sulla M1.

Dovizioso, addio MotoGP: Melandri svela cosa potrebbe fare

Difficile pensare di rivedere Dovizioso ancora in MotoGP nel 2023. Tutto fa pensare che si ritirerà dal campionato, non esistono alternative in questo momento ed è improbabile che ne emergano. Il suo attuale team, RNF Racing, ha anche deciso di lasciare Yamaha per firmare proprio con Aprilia. I casi della vita… Ma il forlivese non rientra nei piani di Razlan Razali e della casa di Noale.

Durante il round Superbike a Misano Adriatico c’era anche lui tra i presenti nel paddock, ma a una domanda su un suo eventuale passaggio nel campionato mondiale delle derivate di serie ha smentito. Non esiste l’ipotesi che vada a correre con Toprak Razgatlioglu, Jonathan Rea, Alvaro Bautista e gli altri. Ha spiegato che tornerà a dedicarsi al motocross, la sua grande passione, come aveva fatto dopo non aver rinnovato con Ducati a fine 2020.

Intanto Marco Melandri in una diretta Instagram con Davide Valsecchi ha rivelato un’idea che Dovizioso avrebbe in mente per il futuro: “Sembra che stia trattando per acquistare la pista da cross di Faenza per poi creare una sorta di academy, tipo il Ranch di Valentino Rossi. Però una cosa un po’ differente”.

Melandri è stato un pilota e ha corso anche contro Dovizioso. Pure lui ritiene che non ci sia più spazio per il forlivese in MotoGP e che dovrebbe avere dei rimpianti nel non aver scelto l’Aprilia: “Alla sua età penso sia complicato che trovi una sella competitiva per il prossimo anno. Pensa che lo scorso anno ha testato l’Aprilia e poi ha scelto la Yamaha… Vedere l’Aprilia andare così adesso…”.

A Dovi rimarrà sempre il dubbio di aver fatto la scelta sbagliata, ma ormai è andata così. Non c’è certezza di come sarebbe andato sulla RS-GP. La cosa certa è che con la M1 non è stato competitivo, un lontano parente del buon pilota che abbiamo visto in top class fin dal suo arrivo nella categoria.