F1, cosa può dimostrare Antonio Giovinazzi su questa terribile Alfa?

Il pilota dell’Alfa Romeo Racing, Antonio Giovinazzi, si è classificato diciottesimo in Turchia. Per lui si prospetta un’altra gara in salita.

Antonio Giovinazzi (Instagram)
Antonio Giovinazzi (Instagram)

Antonio Giovinazzi dovrebbe riuscire nell’impresa di impressionare la dirigenza del team elvetico nelle ultime sette gare. L’obiettivo conclamato del ragazzo di Martina Franca sarebbe quello di riuscire a strappare un rinnovo contrattuale per la prossima stagione. Le performance del giovane sono, però, condizionate dalla assoluta inadeguatezza del progetto tecnico della vettura 2021. Il regolamento molto restrittivo della Formula 1 non ha permesso agli uomini di Hinwil di rivoluzionare l’auto della scorsa stagione e per Antonio la strada della conferma si è fatta molto in salita.

Nel corso degli ultimi anni il livello dell’Alfa è sempre più sceso. Antonio Giovinazzi nel 2019 sulla C38 aveva collezionato 14 punti totali, anche grazie allo straordinario quinto posto in Brasile. Nel 2020 Antonio ha strappato soli 4 punti, frutto di un nono e due decimi posti. Il 2021 ha sancito un crollo verticale con una monoposto non all’altezza a cui si sono uniti clamorosi errori di squadra che hanno segnato la stagione di Giovinazzi. Al momento, il pugliese ha marcato un solo punto a Monaco in questa travagliata annata.

Stagione per ora maledetta per Antonio Giovinazzi

A caldo, subito dopo le qualifiche del GP di Turchia, il pilota dell’Alfa Romeo Racing ha ammesso: “Sembravamo in buona forma in vista della qualifica, ma non siamo riusciti a mettere insieme un buon giro quando serviva. Le condizioni in pista non erano facili, alcuni tratti della pista di stavano asciugando, mentre altri erano ancora bagnati: alla fine, è andata così e dovremo lavorare per migliorarci prima della gara”.

Domani Giovinazzi dovrà provare a rimontare, dietro di lui si sono classificati soltanto l’esperto teammate Raikkonen e Mazepin sulla Haas. Se il finlandese non ha più nulla da chiedere al campionato, avendo già annunciato il ritiro a fine stagione, il discorso per l’italiano è molto diverso. Potrebbero essere per lui, infatti, gli ultimi GP della sua carriera in F1.

LEGGI ANCHE >>> Giovinazzi sempre più fuori dall’Alfa Romeo: ecco chi lo sostituirà

Antionio ha predicato calma in vista della gara: “È solo sabato, si corre domani e faremo del nostro meglio. Il nostro passo gara non era così male: se facciamo un buon primo giro potremo avere qualche possibilità”.