F1, botta e risposta infuocato tra Carlos Sainz e Daniel Ricciardo

Il pilota della McLaren-Mercedes, Daniel Ricciardo, ha risposto per le rime a Carlos Sainz, che lo aveva accusato di essere stato troppo “sporco”.

Carlos Sainz (Getty Images)
Carlos Sainz (Getty Images)

Carlos Sainz non ha preso benissimo il risultato della gara negli Stati Uniti. Ad Austin, il figlio d’arte spagnolo ha chiuso la corsa al settimo posto, dopo aver performato alla grande per l’intero weekend. Il madrileno si è ritrovato a difendersi dagli attacchi degli avversari per l’intera durata del Gran Premio. Sainz, al primo giro, ha chiuso la porta ad entrambi i piloti della McLaren-Mercedes, ma non ha potuto nulla sull’attacco iniziale di Daniel Ricciardo.

Dopo aver ricucito il gap con l’asso australiano, ci ha pensato il team a complicare la vita a Sainz. Un cambio gomme di oltre cinque secondi ha compromesso la strategia dello spagnolo che, invece di riuscire dai box davanti a Ricciardo, è ripiombato alle sue spalle.

Il pilota della Ferrari si è comunque rifatto sotto nuovamente, nel tentativo di superare Ricciardo. Quest’ultimo, essendo in attesa di una entrata dello spagnolo, si è saputo tenere con le cattive la sua quinta posizione. Tuttavia, al giro 43, i due piloti dal carattere spiccatamente latino si sono toccati e a subire il danno all’ala anteriore è stato Carlos. Il n.55 della Ferrari ha ritenuto la manovra dell’avversario troppo “sporca”, ma si è trattato per la Race Direction di un contatto di gara.

La risposta di Daniel Ricciardo a Carlos Sainz

La replica del pilota australiano non si è fatta attendere e nelle interviste post GP è tornato sul contatto decisivo.

Carlos Sainz ci ha provato con un ottimo attacco, ci siamo affiancati e ci siamo presi – ha dichiarato il pilota della McLaren-Mercedes – non si cerca deliberatamente di toccare qualcuno, ma sono cose che succedono. Se attacchi all’esterno, sei più esposto ai rischi del caso. Sainz dice che sono stato sporco? Ok, ne sono felice. Sono un bravo ragazzo, quindi essere sporco ogni tanto va bene!”.

Daniel Ricciardo ha chiuso la corsa al quinto posto, alle spalle di Charles Leclerc. Sainz, invece, penalizzato dal danno sull’ala anteriore, è stato superato anche da Valtteri Bottas e ha chiuso al settimo posto. A nulla è bastato uno start di GP da autentico lottatore.

“Il primo giro è stato divertente. Ci siamo sorpassati a vicenda, lui è rimasto davanti ma ha dovuto lasciarmi la posizione. Per me era fondamentale ottenere la top 5 ad Austin e ho fatto di tutto per conquistarla. Charles Leclerc ha dimostrato che la Ferrari era più veloce di noi in gara, ma almeno ne ho battuta una, ha concluso Ricciardo ai microfoni di Motorsport.com.

LEGGI ANCHE >>> Ultimo anno in MotoGP? Ecco chi ha fatto peggio di Valentino Rossi

In classifica piloti Carlos Sainz è stato scavalcato dal monegasco. Leclerc è balzato al sesto posto della graduatoria, a quota 128 punti, mentre Sainz è scivolato al settimo, con 122.5 punti. Nei costruttori la Ferrari ha rosicchiato dei punti preziosi alla McLaren-Mercedes. Il distacco ora è di soli tre punti e mezzo a favore del team di Woking. Gli ultimi cinque appuntamenti della stagione decideranno chi si aggiudicherà la terza posizione nei costruttori; la battaglia tra la scuderia italiana e quella inglese è più accesa che mai.