F1, Horner spavaldo: rivelazione scioccante sul titolo vinto da Verstappen

Il team principal, Christian Horner, ha rilasciato una intervista interessante dopo il successo di Max Verstappen ad Abu Dhabi.

Christian Horner (Getty Images)
Christian Horner (Getty Images)

Max Verstappen è il nuovo re della Formula 1. La stagione 2021 del pilota della Red Bull Racing è stata sensazionale. Il #33 è riuscito nell’impresa di battere un 7 volte campione del mondo come Lewis Hamilton. Dall’inizio dell’era ibrida l’inglese aveva solo perso nel confronto interno con Nico Rosberg, suo compagno di squadra alla Mercedes fino al 2016. Il traguardo ottenuto nel 2021 dal #33 è, per certi versi, ancora più pesante da digerire per Lewis Hamilton. La sconfitta è arrivata al fotofinish dopo 22 gare palpitanti.

Ad Abu Dhabi i due rivali alla corona iridata sono arrivati a pari punti in classifica piloti. Max Verstappen aveva il vantaggio di un maggior numero di vittorie che in caso di doppio DNF avrebbe regalato all’olandese il suo primo successo iridato. Nei giorni antecedenti alla gara si erano fatte tante illazioni su una possibile manovra del figlio d’arte di Jos tesa a compromettere la gara del pilota della Mercedes. Il nuovo campione del mondo non ha avuto bisogno di scorrettezze perché la grande chance è arrivata all’ultimo giro.

Per Lewis Hamilton sembrava tutto fatto quando, a pochi chilometri dalla fine del mondiale, Nicholas Latifi è andato a sbattere in un duello nelle retrovie con Mick Schumacher. Il pilota della Williams motorizzata Mercedes ha consegnato a Max l’occasione della vita. Il #33 non ha perso la chance, sostituendo le mescole per effettuare il sorpasso decisivo in curva 5. Il modo con cui alla fine il pilota della Red Bull Racing ha vinto il mondiale ha determinato numerose polemiche da parte dei vertici della Mercedes. L’olandese ha meritato il titolo, conquistando 10 gare rispetto alle 8 del rivale, commettendo pochissimi errori nell’arco dell’intera stagione.

Quanto guadagna Max Verstappen? La cifra è folle

La convinzione di Christian Horner

Il team principal della Red Bull Racing può coccolarsi un giovane straordinario come Max Verstappen. Quest’ultimo ha scritto una pagina di storia, mettendo fine all’egemonia del team teutonico. In vista del prossimo anno il morale è altissimo, nonostante il ritiro ufficiale dei giapponesi della Honda. Il motorista ha dato quel valore aggiunto alla RB che negli ultimi anni era mancato al fianco della Renault. La gioia per la conquista del titolo iridato ha cementato il rapporto tra il pilota e la squadra.

I team, in molti casi, preferiscono trionfare nella classifica costruttori, essendo un riconoscimento per il gruppo. La vittoria di Max, per la squadra austriaca, è stato un traguardo eccezionale. Il #33 ha succeduto Sebastian Vettel nelle statistiche del team. La Mercedes, grazie all’ottavo titolo consecutivo, ha guadagnato più soldi rispetto alla Red Bull Racing. Questo fattore non ha per nulla condizionato l’umore di Christian Horner.

F1, Red Bull già snobba la Ferrari: Marko umilia la Rossa

Il team principal ha dichiarato a Motorsport: “I soldi sono nel mondiale a squadre, è lì che si distribuiscono le entrate di questo sport, in base alle performance in campionato. Credo che tutti i dipendenti della nostra squadra, e in quella della maggioranza, vengano premiati per la loro posizione nei costruttori, e non nei piloti. Ma, ovviamente, il titolo piloti è quello che dà popolarità e prestigio. Penso che non ci sia un solo lavoratore nella nostra azienda che preferisca cambiare il risultato nel campionato piloti per il campionato a squadre“.

Horner ha elogiato tutti gli uomini del team che lavorano con impegno a Milton Keynes e che hanno permesso il successo dell’olandese. Max Verstappen è stato accolto come un re nella sede dopo la conquista del titolo mondiale. Non ci sono dubbi che gli uomini del team hanno goduto nel beffare Lewis Hamilton all’ultimo respiro, piuttosto che incassare qualche milione extra. Parola di Christian Horner.