F1, Charles Leclerc non demorde: “La Ferrari tornerà a vincere”

La Ferrari si appresta ad affrontare il sedicesimo appuntamento della stagione, sperando nel rinnovato motore della SF21.

Leclerc (GettyImages)
Leclerc (GettyImages)

A sette gare dalla conclusione del campionato 2021, la Scuderia Ferrari non ha ancora vinto un Gran Premio. Nello scorso GP di Sochi Carlos Sainz è giunto sul terzo gradino del podio, nonostante una partenza straordinaria che lo ha proiettato in prima posizione alla prima curva. Lo spagnolo, al primo anno a Maranello, ha colto tre podi, a Monaco, Budapest e Sochi. Charles Leclerc, dal canto suo, è ancora fermo al solo piazzamento al secondo posto di Silverstone.

Una stagione che, però, accresce il desiderio del monegasco di ottenere la prima vittoria dopo oltre due anni dall’ultima volta. Charles Leclerc potrà fare affidamento sul nuovo motore montato in Russia. “Come va il nuovo motore? Non è qualcosa che fa la differenza, ma è uno step in avanti nella giusta direzione e spero che sistemando tutti i dettagli presto la Ferrari tornerà a lottare per la vittoria”.

Nello scorso GP un clamoroso errore di comunicazione tra il muretto box del Cavallino e il monegasco ha limitato le possibilità di ottenere punti pesante nella roulette russa di Sochi. Non è la prima volta che gli strateghi della Ferrari commettono errori clamorosi che hanno una ricaduta determinate sui risultati finali dei piloti della Ferrari.

Charles è tornato sulla scorsa edizione del GP di Turchia, ricordando l’esito della sua corsa. “Non finì bene per me – ha ammesso in conferenza stampa il monegasco – ma mentre tutti si lamentavano dei problemi di aderenza, per noi non fu un brutto fine settimana. Siamo pronti in ogni caso, che le condizioni di aderenza siano le stesse dell’anno scorso o migliori. Se fossero ancora difficili magari per noi potrebbe essere un vantaggio”.

Ferrari, una certezza chiamata Sainz

Ferrari (Instagram)
Ferrari (Instagram)

Lo spagnolo ha dimostrato, fin qui, una grandissima tenacia e costanza in pista. Carlos Sainz ha commesso degli errori, ma nel complesso la sua stagione è più che positiva. In pochi avrebbero pronosticato il madrileno, al primo anno in Ferrari, avanti in classifica nel confronto con il talentuoso Leclerc.

In vista della tappa turca, Carlos Sainz ha dichiarato: “L’anno scorso c’era pochissimo grip ed è stato un GP difficile per me, non ero veloce e avevo anche difficoltà a capire il perché. Ma quest’anno sarà diverso, avremo prestazioni migliori quindi sarà interessante. E poi in passato questa pista ha dimostrato che è possibile superare. Bisognerà vedere come saranno le condizioni dell’asfalto ma sono ottimista”.

LEGGI ANCHE >>> F1 GP Turchia, Carlos Sainz parte ultimo: il motivo è clamoroso

Lo spagnolo partirà ultimo, ma non si abbatte. In conferenza stampa ha spiegato: “Beh non è la fine del mondo, avremo delle performance migliori ora. Certo il prezzo da pagare è salato, ma ci sono margini, non vedo l’ora di provarci e rimontare mi è sempre riuscito bene. Adatteremo la macchina per fare un’impresa, sarà un weekend diverso, eccitante. Noi ora non abbiamo nulla da perdere e possiamo rischiare di più, ci divertiremo”.