F1, Verstappen tra le causa dei problemi Red Bull? Helmut Marko accusa

La Red Bull è la grande delusione di questo inizio della nuova era della F1. Helmut Marko non scagiona totalmente Max Verstappen.

La nuova F1 ha offerto grande spettacolo nelle prime tre tappe della stagione, con molte sorprese e qualche delusione. La più grande è sicuramente la Red Bull, che era uscita dai test del Bahrain con il miglior tempo assoluto staccato da Max Verstappen ed il ruolo da grande favorita.

F1 Max Verstappen (ANSA)
F1 Max Verstappen (ANSA)

Sulla RB18 era arrivato un grosso pacchetto di sviluppi proprio in occasione dell’ultima giornata di prove invernali, che secondo Helmut Marko aveva garantito un passo in avanti di circa mezzo secondo al giro. Il campione del mondo non si era fatto troppi problemi a cercare la miglior prestazione, oltre ad imporre un passo gara impressionante nelle simulazioni effettuate.

Tuttavia, la prima doccia fredda è arrivata la settimana successiva, in occasione del Gran Premio del Bahrain. La Ferrari di Charles Leclerc ha messo a referto la pole position, il giro più veloce e la vittoria, con Carlos Sainz secondo a completare una trionfale doppietta. La Red Bull se n’è dovuta tornare a casa con un doppio ritiro, causato da un identico guasto anche sulla monoposto di Sergio Perez alla pompa del carburante.

La vendetta è arrivata una settimana più tardi a Jeddah, dove l’iridato ha battuto Leclerc per appena mezzo secondo, in uno dei finali più tirati nella storia della F1. Il Cavallino aveva lasciato l’Arabia Saudita con grande ottimismo, consapevole che quel tipo di vista avrebbe dovuto giocare nettamente più a favore del team di Milton Keynes.

A Melbourne, la Ferrari ha rifilato una batosta non indifferente alla Red Bull, che ha dovuto far fronte ad un nuovo ko tecnico sulla vettura di Verstappen. Il figlio di Jos non aveva mai avuto il passo del rivale, che a fine gara ha rifilato oltre venti secondi all’altra RB18, quella di Perez. Il Circus ora sbarca in Europa, e ad Imola gli anglo-austriaci porteranno degli importanti sviluppi, nella speranza di chiudere il gap con la F1-75.

F1, Helmut Marko bacchetta Max Verstappen

Il Super-consulente di Red Bull F1, Helmut Marko, è uno che non le manda a dire, che rilascia spesso e volentieri affermazioni che fanno discutere. Sicuramente, questo è il caso di quanto ha detto nelle ultime ore, riprendendosela anche con il suo pupillo Max Verstappen per il difficile avvio di stagione.

L’austriaco ha parlato ai microfoni di “formula1news.co.uk”, andando ad affermare: Max va oltre il limite, pretende troppo in certe circostanze. Pensavamo che con la vittoria del titolo mondiale sarebbe riuscito a tranquillizzarsi, ma probabilmente ha bisogno di un altro titolo per non entrare in qualifica con così tanta pressione, perché in quell’ultimo settore è andato a commettere un errore pesante che gli può essere costato la pole position“.

Marko fa riferimento a quanto accaduto nel primo tentativo del Q3, quando Verstappen ha fatto un bloccaggio alla penultima curva, perdendo terreno prezioso in un giro che lo avrebbe portato a ridosso di Charles Leclerc e del tempo ottenuto sulla sua velocissima Ferrari.

In F1, per vincere, bisogna essere perfetti, ma è chiaro che Max possa fare ben poco in un momento del genere. Il Cavallino dispone della miglior vettura, ma attualmente anche del pilota più in forma. Il monegasco sta attraversando un periodo in cui è in una sorta di stato di grazia, dove riesce a fare la differenza in ogni condizione.

La speranza dei tifosi è che tutto ciò continui, visto che al termine della stagione mancano ancora venti gare. La scalata al titolo mondiale è appena iniziata, ma è bene continuare a mettere fieno in cascina, dal momento che gli avversari non molleranno tanto facilmente. Ad Imola si attende il tutto esaurito, con Super Max ed i suoi che saranno chiamati a ribaltare la situazione.