Fantacalcio: tutti gli indizi portano a puntare su questi giocatori

Nel Fantacalcio le decisioni sugli uomini da scegliere per il proprio team sono legate a diversi fattori di cui tenere inevitabilmente conto. Il top è di certo Locatelli, neo juventino.

Manuel Locatelli (instagram)
Manuel Locatelli (instagram)

Una di queste è certamente la campagna trasferimenti ancora in corso. Chi ha cambiato maglia, ma rappresenta già un elemento, per rendimento, di sicuro affidamento, potrebbe spiccare il volo grazie al fattore motivazionale. Mettersi in evidenza nella nuova squadra di appartenenza, in particolare se sei giovane e hai voglia di emergere è fondamentale. In particolare se provieni da ottimi campionati, magari anche in categorie inferiori o formazioni di fascia più bassa. Tutto questo potrebbe davvero permettere a chi ti sceglie di fare la differenza da subito, grazie all’effetto sorpresa.

Fantacalcio: le motivazioni di chi cambia maglia

Naturalmente, per gli habituè del fantacalcio, è fondamentale sempre tenere a mente le cifre, i numeri, le credenziali di quanti più calciatori possibile, rispetto alla stagione appena trascorsa. Le statistiche possono rappresentare una chiave di volta, anche se stiamo parlando di esseri umani e non solo di atleti. Chi magari è reduce da un’annata favolosa, potrebbe incappare in un periodo nero, complici problemi fisici o di ambientamento nella nuova formazione in cui è approdato. O magari non essere in grado, da subito, di rispondere alle esigenze del nuovo allenatore in un contesto squadra più impegnativo, con maggiore concorrenza per il proprio ruolo. O ancora perdersi nella mediocrità di un’annata disastrosa di tutto il gruppo. Proviamo insieme a consigliarvi alcuni elementi che potrebbero fare al vostro caso. Elementi che, forti del cambiamento, potrebbero rappresentare l’effetto sorpresa. Anche se puntare su di loro, viste le qualità, non è mai un totale azzardo.

Fantacalcio: consigli per gli acquisti

Cominciamo con Juan Musso, portiere dell’Atalanta: da qualche stagione sta facendo vedere cose egregie, potrebbe essere l’anno della consacrazione. Eccoci a un altro portiere, Marco Silvestri dell’Udinese. Nei friulani del riconfermato Gotti, potrebbe essere davvero protagonista. In difesa ecco Demiral: l’ex Juve dovrà rimpiazzare il partente Romero. I dubbi sono sulla tenuta fisica: se però sta bene può davvero fare la differenza. Ismajli dell’Empoli deve trovare continuità. Anche lo scorso anno con lo Spezia ha giocato pochissimo (17 presenze). Occhio perchè potrebbe essere una grande sorpresa.

Tra certezze e scommesse

Vanheusden del Genoa è l’incognita per eccellenza: talento purissimo, non ancora maturato. Una scommessa. Hysaj della Lazio è l’usato sicuro: Sarri lo conosce a meraviglia e lo ha plasmato a Napoli. Potrebbe essere una scelta azzeccatissima. Strootman vuole rilanciarsi a Cagliari: l’ex Roma ha tutto per farlo. Fisico e qualità tecniche. Hernani del Genoa, ex Parma, a centrocampo, è genio e sregolatezza allo stato puro. Manuel Locatelli, nuovo juventino, può solo consacrarsi con Allegri, pronto già a farlo diventare il nuovo Pirlo. Da scegliere a occhi chiusi.

LEGGI ANCHE >>> Icardi cosa fai, ci riprovi? I fan di Messi furiosi per il gesto di Maurito

Calhanoglu dell’Inter: saprà reggere al peso delle responsabilità che l’Inter gli affiderà da subito? Kovalenko dello Spezia potrebbe costarvi pochissimo e rivelarsi un ottimo affare. Bonazzoli della Salernitana è all’anno zero: in Campania avrà il ruolo di titolarissimo, cosa che non accadeva a Genova. O esplode o si perde: la serie A ancora non lo ha visto protagonista nel vero senso della parola. Shomudorov della Roma riuscirà a trovare spazio con Mourinho? Se gioca almeno 20 gare potrebbe essere una scelta indovinata. Infine Pjaca del Torino: tormentato dai guai fisici, anche qui grande scommessa a basso costo.