Leo Messi si è pagato lo stipendio da solo: il PSG gongola

Leo Messi macchina da soldi, nessuno come lui nel mondo. Non solo campione “stratosferico” in campo. La sua immagine è un brand straordinario.

Leo Messi (Instagram)
Leo Messi (Instagram)

Uomo capace in determinate circostanze di vincere le partite anche da solo, con una giocata, un guizzo, di cui nessuno sarebbe capace. L’asso argentino, nonostante i 34 anni, è il migliore investimento possibile, al momento, per una squadra di calcio che naturalmente, come il Paris Saint Germain, può permettersi il suo pesantissimo ingaggio.

Leo Messi macchina da soldi: store ufficiali del Psg presi d’assalto

Il numero 10 dei francesi, l’ex stella del Barcellona, approdato solo da pochi giorni in Francia, ha fatto letteralmente impazzire non solo una intera città, ma tutta una nazione. E il primo pensiero degli “uomini marketing” del club è stato quello di mettere in vendita la sua maglietta, con il suo numero e il suo nome. Gli store ufficiali, i canali e-commerce sono andati in tilt: ma non in una settimana, bensì in sole 24 ore.

Il Psg incassa in un giorno lo stipendio di un anno di Messi

Ed è così che la maglia di Messi, quella che dovrebbe permettere al Paris Saint Germain di vincere finalmente tutto e oltre, si punta subito al triplete senza mezzi termini (campionato, coppa, Champions) dopo circa un giorno ha fruttato alle casse del club circa 30 milioni di euro.

Incredibile ma vero: in 24 ore i parigini hanno incassato un anno di stipendio di Leo Messi. E se pensiamo che il campione sudamericano percepisce anche percentuali per lo sfruttamento della sua immagine e oltre tutto prenderà bonus su bonus per le vittorie, che di certo arriveranno, possiamo senza dubbio avere la minima percezione dello stato d’animo del campione.

LEGGI ANCHE >>> Messi, avete visto l’hotel che gli ha pagato il PSG? E’ spettacolare (FOTO)

Un professionista come Messi, poi, si sente caricato e responsabilizzato da un successo del genere legato alla sua immagine, nonostante non sia ancora mai sceso in campo. E siamo certi che alla prima occasione manderà in visibilio i tifosi. Sul terreno di gioco lo aspettano gli altri due assi, Mbappè e Neymar, quest’ultimo già suo compagno al Barca. Signori e signori, ecco a voi il triplete più forte del mondo.