Lotto, quanto tempo ci vuole per incassare una vincita? Ecco i tempi

Quanto tempo ci vuole per incassare una vincita del Lotto? Ecco tutti i dettagli, dove non mancano delle curiosità.

Il gioco del lotto non ha certo bisogno di presentazioni e di spiegazioni. Nonostante gli anni, si tratta di un modo di tentare la fortuna che è ancora molto diffuso e molto amato. Il tutto si basa sull’estrazione di 5 numeri compresi tra l’1 ed il 90 effettuata su 10 ruote che vengono indicate con il nome di città italiane, mentre c’è un altra ruota che viene riconosciuta come Nazionale. Insomma, nulla di più semplice, un po’ come i Gratta e Vinci, che tanto piacciono agli italiani.

lotto vincita
(Fonte Foto: Adobe Stock)

C’è ovviamente una giocata minima, che è di un euro, e una giocata massima, che è di 200 euro. Si può giocare in tutte le ricevitorie,, ma anche online, segnale di come comunque questo gioco d’azzardo si è ormai messo al passo con i tempi. D’altronde non si può non tenere conto del grande successo dei siti di scommesse online. Ma in realtà di dettagli ce ne sono davvero tanti. Non resta dunque che entrare nello specifico della questione.

Lotto e vincita, quali sono i tempi per la riscossione? I dettagli

A finire sotto la luce dei riflettori quando si parla di Lotto, ma in generale del gioco, sono le vincite in denaro. Infatti la domanda che in molti si fanno, magari nel momento in cui si è azzeccata la combinazione numerica vincente, è solo e soltanto una: ma come si può riscuotere la propria vincita? E soprattutto quanto tempo passa e bisogna attendere? La risposta è in realtà molto più semplice e chiara. Per richiedere il pagamento va detto che occorre rispettare dei termini ben definiti e ben precisi. Il discorso tra l’altro va al di là di quella che è l’entità della somma, ossia che questa sia superiore o meno ai 2.300 euro. Innanzitutto bisogna fare richiesta in negozio entro 60 giorni dalla data di pubblicazione del bollettino delle vincite. A stabilirlo è il regolamento del gioco stesso.

Ovviamente molto dipende dalle modalità di riscossione e questo sì è legato alle cifre. Non a caso quando si va oltre 10.500 euro servirà recarsi in uno sportello della Banca Intesa Spa o all’Ufficio al pubblico, che si trova a Roma in via del Campo Boario 56/d. Ovviamente si dovrà aver con sé lo scontrino vincente, un documento d’identità valido e il proprio codice fiscale. Ma i tempi per presentare la richiesta, documento alla mano, restano sempre e comunque gli stessi.