Lutto per la famiglia Sainz: muore uno dei pilastri del motorsport

Lutto per gli amanti del Motorsport e soprattutto per Carlos Sainz. In queste ore infatti è venuto a mancare un vero e proprio pilastro.

Carlos Sainz (GettyImages)
Carlos Sainz (GettyImages)

Era ancora molto giovane ed è venuto a mancare all’affetto dei cari, a soli 67 anni. Si tratta di Antonio Boto, l’ex navigatore di rally, che aveva accompagnato gli esordi di Carlos Sainz, papà di Carlos Jr., attuale pilota Ferrari.

Sainz debuttava giovanissimo nel mondo del rally, ma la prima volta che fu ad un Mondiale, a bordo di una Ford Sierra, era proprio Boto a sedergli affianco. Ben presto, i due avrebbero raggiunto grandi successi.

Una grave perdita per la famiglia Sainz

Antonio Boto infatti, vinse con l’ex pilota spagnolo, uno dei suoi due Mondiali. Nel 1990 in Gran Bretagna, i due furono incoronati campioni, grazie anche alle prestazioni della Celica ST 165 con cui gareggiavano.

Sainz sr, ha ricordato il copilota con una commossa nota su Twitter, accompagnata da una foto dove i due insieme, festeggiano una vittoria. Ecco le parole dell’ex pilota di rally: “Oggi è venuto a mancare il mio grande amico e navigatore Antonio Boto, con lui ho vinto un campionato in Spagna e ho debuttato nel Mondiale. Mi sono divertito con lui e mi sono divertito meglio di chiunque altro! Mi ha fatto ridere tanto da farmi piangere. Oggi piango per la sua perdita! Le mie condoglianze a tutta la famiglia. R.I.P.”.

LEGGI ANCHE>>> F1, Hamilton o Schumacher? I dati svelano chi è il più forte

Prima di conquistare il titolo mondiale, Boto aveva già vinto il titolo nazionale insieme a Carlos Sainz, nel 1987. Antonio Boto, era stato il navigatore dello spagnolo, per ben tre gare di Coppa del Mondo e diverse edizioni del campionato spagnolo.