MotoGP, tensione in casa Ducati: ecco il responso su Bagnaia

Pecco Bagnaia, si è reso protagonista di una brutta caduta sul tracciato di Portiamo. Il giovane italiano è stato sottoposto a degli accertamenti.

La Ducati ha vissuto con tensione il weekend portoghese per le condizioni di Pecco Bagnaia. Il centauro ha rimediato una brutta caduta nella prima sessione di qualifiche di Portimao. Pecco è stato portato in ospedale per degli esami. Il vice campione 2020 della MotoGP era arrivato nelle Algarve con i migliori propositi, dopo un inizio di stagione altalenante.

Pecco Bagnaia (Ansa Foto)
Pecco Bagnaia (Ansa Foto)

Dopo la prima gara in Bahrain, il pilota aveva tuonato: “Non sono un tester, sono qui per vincere le gare”. Un allarme che ha messo in subbuglio la squadra. La Desmosedici GP22 non si è rivelata all’altezza nelle prime uscite stagionali, dovendo osservare a debita distanza i successi di Enea Bastianini sulla Ducati dello scorso anno. L’obiettivo alla vigilia del campionato era comandare entrambe le classifiche, sognando di ripetere l’exploit di Stoner nel lontano 2007. Tutto lasciava presagire un glorioso 2022 per il team factory ma le cose stanno andando diversamente.

L’unico podio è giunto ad Austin grazie ad una discreta prestazione di Jack Miller. Per Bagnaia tutto è iniziato ad andare storto quando ha dovuto sperimentare sin troppi assetti, non guidando in inverno la stessa moto per più di due sessioni. Dopo due quinti posti consecutivi, nelle ultime gare, l’obiettivo era fare la differenza sul tracciato portoghese, ma anche questo weekend è iniziato nel peggiore dei modi. Dopo le piovose sessioni di prove libere del venerdì e del sabato mattina, il pilota ufficiale Ducati ha saggiato l’asfalto di Portimao in qualifica con un crash spaventoso.

Pecco Bagnaia, arriva un sospiro di sollievo

La Ducati avrà a disposizione per la corsa il suo alfiere italiano. Dopo il crash di ieri, il pilota sta bene. In qualifica ha spinto troppo e troppo presto, prendendosi dei rischi. L’azzardo delle gomme asciutte su una pista che presentava diversi punti ancora umidi ha determinato il tonfo sulla spalla destra. Le riprese televisive hanno evidenziato che il centauro si è subito toccato la spalla. Successivamente è stato portato in ospedale per degli accertamenti.

Finalmente il via libera, dopo i lunghi controlli. Pecco Bagnaia non ha riportato fratture, solo una grande botta. Uno spavento che ha tenuto tutti i suoi fan con il fiato sospeso. Sui social, il torinese ha dichiarato: “Sono tornato con la mia squadra dopo essere stato in ospedale per ulteriori accertamenti. Non ho fratture, solo grossi lividi. Ora si torna al lavoro perché voglio correre domenica”. Bagnaia potrà prender parte all’evento, ma scatterà dall’ultima posizione in griglia.

Il Gran Premio del Portogallo non perderà uno dei protagonisti più attesi. Ducati ha rilasciato l’importante comunicato: “Pecco Bagnaia ha ricevuto l’autorizzazione dal Direttore Sanitario, è in forma. Ha dormito bene e anche se soffre ancora, è pronto per riscaldarsi e per correre insieme agli altri piloti”. Il centauro vuole puntare alle posizioni nobili della classifica, ma sarà molto difficile recuperare dalla venticinquesima casella.

Dopo quattro tappe, Bagnaia è solo dodicesimo. Il pilota della Ducati ha conquistato appena 23 punti, un risultato non in linea con le attese. Ora ha un bisogno urgente di conquistare punti pesanti se vuole rimanere attaccato al treno dei piloti al vertice della graduatoria. Sarà una gara tutta all’attacco dove il torinese sarà costretto a prendersi dei grossi rischi, un po’ come accaduto a Marc Marquez ad Austin. Le aspettative del team factory saranno tutte su Jack Miller, quarto, mentre Johann Zarco del team Ducati Pramac ha siglato la pole position.