Lutto in MotoGP: un vero e proprio dramma per tutto il circus

MotoGP in lutto per la scomparsa di un grande pilota. Tutto il circus è distrutto per la morte di uno dei suoi grandi protagonisti.

Lutto in MotoGP (GettyImages, AdobeStock)
Lutto in MotoGP (GettyImages, AdobeStock)

Una bruttissima notizia ha sconvolto il mondo del Motomondiale, ad una settimana dal GP dell’Emilia Romagna previsto a Misano. Reinhold Roth è prematuramente scomparso all’età di 58 anni, dopo una lunga carriera disputata sulle due ruote. Il pilota tedesco, nato ad Amtzell il 4 marzo 1953, ha corso dal ha debuttato nel 1979, divenendo campione europeo della 250 nel 1982.

Per tutta la sua carriera ha disputato il mondiale 250, per ben dodici stagioni consecutive, dividendosi tra Yamaha ed Honda. La prima vittoria è arrivata nel 1987 al Gran Premio di Francia disputato a Le Mans, mentre nel 1989 Roth sfiorò addirittura il titolo mondiale. I successi in Olanda e Repubblica Ceca infatti lo fecero salire al secondo posto, ma Sito Pons era troppo lontano e si impose con un discreto margine.

La carriera del pilota teutonico lo vide impegnato anche in altre classi del Motomondiale, come la 350 (categoria poi scomparsa nel 1982) dove ha corso nel 1979, e la 500, che lo ha visto in sella alla Suzuki nel 1982 ed alla Honda nel 1984. La carriera di Roth venne devastata da un terribile incidente avvenuto al Gran Premio di Jugoslavia 1990.

Il tedesco stava doppiando Darren Milner, quando all’improvviso avviene un contatto tra i due, e Reinhold ne rimane condizionato a vita. Il pilota è da subito in condizioni disperate, e resta in stato comatoso per ben un mese. Una volta uscito dal coma, Roth resta comunque emiplegico, cosa che non lo abbandonerà più per il resto della sua esistenza.

MotoGP, lutto per la morte di Roth

Il Motomondiale sta vivendo una stagione drammatica, così come il mondo delle due ruote che ha vissuto poco fa la terribile vicenda di Dean Berta Vinales, rimasto ucciso a Jerez nella gara di Supersport. Il sito ufficiale della MotoGP ha ringraziato Roth per quanto fatto nella sua carriera, omaggiandolo con un lungo articolo.

Il paddock del Campionato del Mondo MotoGP™ è triste nell’apprendere la notizia della scomparsa all’età di 68 anni di Reinhold Roth. Il pilota tedesco per due stagioni si è laureato vicecampione del mondo nel Campionato del Mondo 250cc e vanta tre successi nella classe di mezzo: il primo risale al 1987 sul circuito di Le Mans per poi ripetersi nel 1989 ad Assen e Brno”.

LEGGI ANCHE >>> Ferrari, perché non vince più? I motivi sono scioccanti

15 i podi conquistati in 96 gare prima della decisione di ritirarsi in seguito a un serio incidente avvenuto nel 1990 nel corso del Gran Premio di Jugoslavia nella classe 250cc. Nonostante la condizione di emiplegia, Roth è rimasto un caro amico del paddock della MotoGP™ fino alla sua scomparsa avvenuta il 15 ottobre“.