Ti piace lamentarti? Il poker non può fare per te: ecco perché

Il poker è uno dei giochi di carte e d’azzardo che è stato sempre di più apprezzato, ma ci sono delle peculiarità davvero incredibili.

Nessuno può negare in alcun modo come il poker possa essere considerato uno dei giochi d’azzardo maggiormente apprezzati, con tantissimi film che sono stati girati sul suo tema e soprattutto moltissimi tornei che ogni anno vengono realizzati, ma ci sono delle caratteristiche importanti per i giocatori.

Poker (AdobeStock)
Poker (AdobeStock)

Sono tantissime le persone che in giro per il mondo si ritengono dei grandi esperti di poker, dei possibili campioni che solamente sono bloccati dalla sfortuna.

Quando si pensa che in un gioco mentale psicologico come il poker tutto sia basato dalla buona sorte allora si è di fronte chiaramente a un giocatore totalmente inadatto adatto a questo evento.

Da diverso tempo sono moltissimi a essere convinti che il poker possa essere considerato a tutti gli effetti un vero e proprio sport, considerando infatti come le sole carte non bastano per poter vincere.

Anche la migliore mano può essere sempre battuta da qualcuno, con la Scala Reale cioè battuta dalla scala minima, dunque non ci può essere mai la certezza del successo, ma tante volte si riesce a ottenere il successo anche con mani peggiori.

Dunque a questo punto è molto interessante capire quali sono le possibili trucchi per poter diventare dei campioni di poker, con una di quelle che ha deciso di mettere pubblicamente le sue informazioni e le sue conoscenze che è Maria Konnikova.

Siamo infatti di fronte a una delle più grandi giocatrici della storia del poker, uno di quelle che ha saputo realizzare anche una serie incredibili di best seller che hanno potuto dare sempre di più lustro al gioco del poker.

Nel suo best seller “The biggest bluff‘ lei ha spiegato in diverse circostanze come approcciarsi in maniera troppo arrogante all’interno del tavolo verde risulta essere un problema.

Anche il suo allenatore Jared Tendler ha spiegato perfettamente come sia molto importante riuscire a non avere un timore reverenziale di fronte a un grande campione, ma allo stesso tempo non bisogna mai sottovalutare nessuno.

La Konnikova spiega i segreti del grande poker

All’interno del suo libro davvero molto interessante la Konnikova ha spiegato perfettamente come svolgere continuamente il ruolo della vittima a poker crei grandi problemi.

Seguendo sue testuali parole si dice precisamente come il fatto di vittimizzarsi completamente sia un modo per evitare di vedere le possibilità che ci sono attorno a sé.

Questo tra l’altro è anche un grandissimo riferimento alla vita di tutti i giorni, perché questo non succede assolutamente solamente solamente all’interno del tavolo verde.

Tante volte si pensa che sia solamente la fortuna a regolare una serie di avvenimenti, ma il fatto che una persona possa essere positiva rispetto a un’altra, allora quello può essere proprio il momento adatto per poter raggiungere grandi trionfi.

Insomma il poker è sicuramente uno dei giochi che riesce in modo migliore possibile a essere una perfetta metafora della vita di tutti i giorni.

La Konnikova è una di quelle che ha saputo dimostrare sempre di più come si possa vivere solamente attraverso questo gioco d’azzardo, ma bisogna essere dei campioni assoluti.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Ovviamente ci saranno anche le sconfitte nel corso del tempo e della propria carriera, ma nonostante questo vittimizzarsi è solamente il miglior modo per continuare a perdere soldi, tempo e fiducia in sé stessi.