Pol Espargarò e Honda ai titoli di coda? Fan tutti senza parole

Momento difficile per Pol Espargarò e la Honda. Per il pilota catalano l’avventura con il marchio giapponese sarebbe al capolinea.

Per Pol Espargarò l’avventura con la Honda potrebbe chiudersi a fine stagione, anche se continuano a piovere smentite al termine di ogni Gran Premio. Ma l’11esimo posto di Le Mans inizia a pesare nel box del marchio giapponese, perché ha messo in evidenza tutti i limiti di una moto che fatica in fase di sorpasso e non solo. 22,7 secondi di gap dal vincitore la dicono lunga sul feeling del pilota di Granollers con questa moto.

Pol Espargaro (foto Ansa)
Pol Espargaro (foto Ansa)

Problemi comuni a tutti e quattro i piloti dell’Ala dorata, ma la situazione inizia a divenire inaccettabile per un pilota factory. A confronto Marc Marquez ha concluso 6° in Francia con un ritardo di 15 secondi da Enea Bastianini, nonostante una condizione fisica non ancora ottimale. In casa Honda c’è aria di cambiamento e Pol Espargarò starebbe pensando ad un ritorno in sella alla KTM RC16 con cui nel 2020 ha conquistato cinque podi.

Pol Espargarò rimpiange la KTM

In alcune sue recenti dichiarazioni c’è un po’ di nostalgia del marchio di Mattighofen. Del resto sapeva il rischio che correva passando in Honda, ma ha voluto provarci per non avere rimpianti. Il sogno di ogni pilota è vincere il titolo mondiale e la RC213V era l’unica opportunità per provarci. Missione fallita: “Non mi sento veloce sulla Honda in questo momento. Sulla KTM mi sentivo molto bene in frenata. Ricordo una gara a Misano dove erano molto più veloci di me, ma ho chiuso sul podio perché potevo frenare molto più tardi. Era il mio punto forte e l’ho spinto al limite“.

Erano i bei vecchi tempi con la KTM, poi con la Honda tutto sembra cambiato e Pol Espargarò ha vissuto due stagioni piuttosto opache, con un solo podio nella passata stagione e uno in questa prima fase di campionato. “Sento di non avere punti forti con la Honda. Soffro in frenata, a metà curva e ho difficoltà ad accelerare. Arrivare a venti secondi dal primo, perché non ho punti forti, significa che non mi sento veloce e che non guido bene“.

Durante la gara di Le Mans ha provato diverse volte a superare Brad Binder con la KTM, ma senza mai riuscirci: “Ho provato a sorpassare le KTM per sei volte durante la gara e al sesto tentativo sono andato largo perché era impossibile. Quindi appena sono dietro a qualcuno, non riesco a sorpassare“, ha concluso Pol Espargarò ad Autosport. Il medesimo problema che ha riscontrato anche Marc Marquez.