Qual è stato il primo Gratta e Vinci? Stenterete a crederci

Il Gratta e Vinci è una delle schede che in assoluto ha dato modo a tutti gli effetti a tanti italiani di poter cambiare la vita di molti.

Non ci sono assolutamente dubbi sul fatto che negli ultimi anni i Gratta e Vinci siano stati essenziali per permettere sempre di più a moltissime persone di migliorare la propria vita e ormai nessuno sembra nemmeno più ricordarsi come il tutto sia iniziato in passato.

Gratta e Vinci
Adobe

Sono stati tantissimi i Gratta e Vinci che si possono giocare al giorno d’oggi e soprattutto ormai da tempo fanno sempre più parte della realtà quotidiana, il che ha fatto perdere la cognizione del tempo sulla loro nascita.

Non ci sono assolutamente dubbi sul fatto che da diversi anni siano state sempre di più le persone che hanno cercato di poter dare una sterzata importante alla propria vita con una scheda vincente.

Ecco dunque come mai ormai nessuno si ricorda davvero più il momento dell’inizio cruciale di questi mezzi che mezzi di divertimento generale, con l’anno di nascita che avvenne per la prima volta nel febbraio del 1994.

Un anno davvero storico per l’Italia, con le prime elezioni dopo il clamoroso scandalo di Mani Pulite e la prima volta in politica di Silvio Berlusconi, ancora oggi ampiamente influente per le sorti del Paese, con la Nazionale in grado di entrare nella storia al Mondiale.

Roberto Baggio ha trascinato la squadra di Arrigo Sacchi a una finale assolutamente imprevista e inattesa alla vigilia, ma purtroppo erroneamente il Codino viene ricordato per quell’errore in finale che è costato caro alla Nazionale.

Dunque in un periodo storico di profondi cambiamenti non poteva che nascere anche in quell’occasione un nuovo gioco unico e incredibile, in questo caso il leggendario Gratta e Vinci, con il nome più iconico che è stato legato a “La fontana della fortuna“.

Si è trattato infatti della prima storica scheda che dava l’opportunità di poter cambiare la propria vita solamente utilizzando una piccola monetina in rame che dava così modo di poter stravolgere del tutto la propria esistenza.

Il primo Gratta e Vinci è la Fontana della Fortuna

Dunque si è dovuto attendere addirittura il 1994 per poter vedere per la prima volta in Italia la nascita del Gratta e Vinci, con la Fontana della Fortuna che è stata la prima della storia.

Si è trattato di uno di quei mezzi che da lì in poi ha dato la possibilità sempre di più una serie di giocatori italiani di poter ottenere grandissimi traguardi e successi, con una serie pazzesca di vendite.

Si trattava di una figura davvero molto affascinante, anche perché per la prima scheda fortunata della storia si è deciso di mettere in bella mostra la Fontana di Trevi, una grandissima simbolo di Roma e dell’Italia.

Il costo iniziale di questa scheda era di solamente 2000 lire, dunque decisamente di meno rispetto ai costi attuali, ma anche in questo caso il successo era inferiore, toccando un massimo di 100 milioni di lire.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Insomma siamo tutti gli effetti di fronte al primo storico ingresso del Gratta e Vinci in Italia, un qualcosa che ha dato l’opportunità a tutti gli effetti di poter migliorare sempre di più la vita di moltissimi italiani, con i titoli e i nomi di queste schede che si sono moltiplicate sempre di più nel tempo.