Quartararo a che punto è il rinnovo con Yamaha? Parla Jarvis

Yamaha manda un nuovo messaggio a Quartararo sul rinnovo: è Jarvis dopo il GP in Portogallo a parlare dell’argomento.

A Portimao riscatto per Fabio Quartararo e Yamaha, che vincono la gara MotoGP dominando letteralmente. Il campione in carica si porta anche in testa alla classifica generale, che condivide con Alex Rins a quota 69 punti.

Fabio Quartararo
Fabio Quartararo (Ansa Foto)

Dopo la partenza a fionda di Joan Mir con la Suzuki, il francese ci ha messo pochi giri a riprenderlo e superarlo prima di darsi alla fuga. All’Autodromo Internacional do Algarve si è vista la sua migliore versione. È stavo bravo a partire bene, a passare l’unico “ostacolo” che aveva di fronte e a imporre il suo ritmo vincendo con margine.

Per lui era molto importante conquistare questo risultato, che è il suo primo successo del 2022. Era salito sul podio, da secondo, anche in Indonesia ma stavolta in Portogallo il sapore è decisamente diverso. Il prossimo weekend si corre a Jerez su un’altra pista che dovrebbe andare bene per la M1.

Yamaha MotoGP, Jarvis sul rinnovo di Quartararo

La vittoria di Quartararo a Portimao è utile anche a Yamaha per cercare di convincere il pilota a rinnovare il contratto in scadenza a fine anno. Se ci dovessero essere risultati importanti anche nelle prossime gare, diventerebbe un po’ più semplice riuscire a persuaderlo a non cambiare team.

Il managing director Lin Jarvis ha parlato dell’argomento rinnovo ai microfoni di Sky Sport MotoGP: “Speriamo bene. Stiamo parlando ancora, ma io sono ottimista. Secondo me, lui deve stare con noi”.

Jarvis non ha alcun dubbio sul fatto che Yamaha debba tenere il francese e secondo lui anche per Quartararo la scelta ideale è rimanere con l’attuale squadra. Oltre che argomenti economici importanti, la casa di Iwata deve mettere sul tavolo delle garanzie tecniche.

Com’è noto, il campione in carica della MotoGP chiede un motore più potente per essere più competitivo in rettilineo. La M1 è fortissima in curva, soprattutto in ingresso e in percorrenza, però sul dritto soffre troppo in termini di velocità massima. Serve qualche passo avanti.

Jarvis comunque annuncia che il team porterà qualche novità tecnica per le prossime gare, anche se il motore per regolamento non può essere toccato per tutto l’anno e dunque sarà per il 2023 che bisognerà lavorare un po’ meglio: “Non possiamo cambiare il motore, però possiamo cambiare altre cose. Abbiamo un piano e anche in questo weekend abbiamo fatto un passo avanti. A Jerez ne faremo un altro e poi altri. Sono ottimista per questa stagione”.

Vedremo se gli aggiornamenti della casa di Iwata soddisferanno Quartararo e lo convinceranno a pensare che rimanere con l’attuale squadra rappresenti l’opzione migliore per il suo futuro in MotoGP.