L’ex F1 incoraggia la Ferrari: crede ancora nel Mondiale

Il momento della Ferrari è davvero molto complicato in questo momento e la Rossa sta così cercando una soluzione per il prossimo futuro.

Il Mondiale era iniziato nel migliore dei modi per la Ferrari, con la Rossa che si è dimostrata decisamente la macchina più veloce e performante di tutto il circuito, con una serie di prestazioni estremamente positive che l’avevano portata ampiamente al primo posto in classifica piloti, ma ormai la situazione è diventata davvero tragica, considerando infatti come la Scuderia sia ben lontana dal poter essere alla pari della Red Bull, ma un ex pilota ha spiegato come si debba rimanere compatti e non buttare all’aria tutto ciò che di buono si è fatto.

Ferrari F1 (Ansa Foto)
Ferrari F1 (Ansa Foto)

Questa stagione doveva essere quella della ripartenza della Ferrari e guardando al passato più recente si può dire senza ombra di dubbio che passi avanti sono stati fatti, ma rispetto alle ambizioni reali di inizio campionato in questo momento c’è davvero tantissima delusione per l’andamento delle ultime gare.

La Rossa infatti non è stato in grado di alzarsi dopo le brutte cadute di Barcellona e Monaco, con Baku che è stato forse l’apice assoluto del disastro, tanto è vero che i problemi meccanici hanno colpito sia Leclerc che Sainz, portando così a un doppio ritiro che non accadeva dal 2009 per motivi tecnici.

A rialzare la testa però ci ha pensato Ralf Schumacher, un pilota che ha sempre avuto un rapporto di amore e odio con la Ferrari, dovuto al fatto che è stata la grande vettura del suo mitico fratello Micheal, ma che allo stesso tempo ha rappresentato per tantissimi anni la rivale storica in pista della sua Williams.

“Quando ogni cosa va male tutto gira per il verso storto, con le ultime gare che sono state sicuramente il punto più basso del Mondiale della Ferrari, ma dopo questa situazione si si può solo che rialzare e la Ferrari non deve dimenticare come aveva iniziato il mondiale con le vittorie di Sakhir e Melbourne.

Dunque da Ralf sono arrivate parole di incoraggiamento per quello che potrà essere il corso della stagione, anche perché è chiaro a tutti come la Ferrari sia la vera antagonista della Red Bull e quindi tutto il mondo si augura di una possibile risalita della Rossa per non avere un campionato già concluso dopo poche gare.

Ralf Schumacher scuote la Ferrari per il futuro: arriverà la risposta attesa?

Indubbiamente la Ferrari in questo momento è la grande delusione del Mondiale, perché all’inizio qualcuno aveva addirittura parlato, in maniera davvero troppo azzardata però, di campionato già concluso dopo solo tre gare quando era evidente che la Red Bull aveva comunque la vettura più performante in assoluto.

La Ferrari deve però lottare per il titolo, anche perché la macchina è assolutamente di alto livello, basti vedere infatti come Leclerc sia stato in grado di ottenere bene sei in pole position in otto Gran Premi, per questo motivo non può essere assolutamente un caso.

Non ci si deve far prendere dal panico e dalla tensione, soprattutto per il fatto che bisognerà essere bravi a resistere in ogni situazione durante il corso della stagione, con questo che sicuramente è il punto più basso della Ferrari nel 2022, ma quando si tocca il fondo c’è solo la possibilità di rialzarsi e di mettere Leclerc il lotta per il titolo con Verstappen.