Massa, la rivelazione scioccante di Glock sul 2008: ferraristi increduli

Il pilota tedesco ex Toyota, Timo Glock, ha rivelato che ora si sente meglio, ma per anni ha avuto paura di parlare con Felipe Massa del mondiale 2008.

Felipe Massa (Getty_Images)
Felipe Massa (Getty_Images)

Il tempo ricuce quasi tutte le ferite e a distanza di 13 anni dall’accaduto, Felipe Massa ha la capacità di vedere l’epilogo del campionato F1 2008 sotto una luce diversa. Il pilota brasiliano perse l’occasione di incoronarsi campione del mondo davanti al suo pubblico per un sorpasso all’ultimo settore di Interlagos di Lewis Hamilton su Timo Glock.

Il campione del mondo anglocaraibico sembrava disperato e destinato a perdere il secondo mondiale di fila all’ultimo GP. Quando la maledizione sembrava essersi abbattuta su Hamilton, negli ultimi concitati momenti della corsa di San Paolo, Lewis si trovò, a sorpresa, davanti un Glock in difficoltà estreme in condizioni di bagnato. Il nativo di Stevenage sopravanzò il tedesco con grande facilità, conquistando i punti utili per laurearsi campione. Per il pilota brasiliano, già sicuro della prima posizione, fu una beffa atroce.

Il team e i familiari di Felipe avevano esultato troppo presto nel box e la gioia si trasformò, velocemente, in una angoscia terribile. In molti avanzarono delle perplessità sul comportamento in pista di Glock, ma le immagini scagionarono il pilota della Toyota che era impossibilitato a tenere un ritmo più veloce. Per Lewis Hamilton fu il primo di una lunga serie di successi iridati.

Il pensiero di Glock su Felipe Massa

Ho vinto la gara e ho fatto del mio meglio – ha annunciato Felipe Massa – abbiamo lottato fino alla fine, non devo incolpare me stesso per niente. Se fossi stato superato all’ultima curva sarebbe stata un altro discorso”.

Il 2008 fu un anno splendido per Felipe Massa, il migliore della sua carriera. Il pilota brasiliano si aggiudicò sei gare, guidando in modo divino. La ciliegina sulla torta sarebbe stato vincere il titolo mondiale davanti ai suoi tifosi. È stata la gara più emozionante della mia carriera, con tutti questi tifosi che volevano incitarmi per il titolo. Almeno sono riuscito a vincere davanti al mio pubblico. Alla fine, il titolo non è stato perso in Brasile, ma a Singapore quando sono partito con il tubo della benzina”, ha spiegato Felipe.

LEGGI ANCHE >>> Hamilton, c’è un dato impressionante: ecco cosa l’ha fatto vincere

Poco prima del GP di San Paolo, Massa ha dichiarato in un’intervista a Sky UK: Non ho mai pensato nemmeno per un momento che Timo fosse intenzionale”. Il pilota tedesco ha tirato così un sospiro di sollievo. Glock ha ammesso: Ho sempre avuto un po’ paura di parlare con Felipe della decisione del mondiale, ora mi sento molto più leggero”. Felipe Massa con fermezza gli ha replicato: “Non sarebbe stato necessario. La gente deve capire che Timo non ha fatto niente di male. E non ho mai avuto rancore contro Timo”.