Schumacher, già finita la sua avventura in F1? Ecco come stanno le cose

Mick Schumacher non sta dimostrando tutto il proprio potenziale, ecco dunque perché sembra ormai prossimo a lasciare la Haas in futuro.

Michael Schumacher è senza ombra di dubbio una delle grandi icone della storia della F1, un pilota che è stato in grado di realizzare delle imprese a dir poco sensazionale, portando la Ferrari avete a dir poco meravigliose con ben 5 campionati del mondo consecutivi, per questo motivo c’era grande interesse per capire cosa sarebbe successo a suo figlio Mick una volta entrato nella massima competizione automobilistica, ma la situazione in questo momento sta diventando a dir poco disastrosa.

Mick Schumacher Haas (Ansa Foto)
Mick Schumacher Haas (Ansa Foto)

Nella scorsa stagione erano stati in molti essere convinti delle ha valore di Mick Schumacher, un pilota che aveva sempre dato grande dimostrazione di superiorità nei confronti del compagno di squadra ha Nikita Mazepin, un ragazzo che è stato allontanato a causa della guerra in Russia, ma anche perché era totalmente inadatto al gareggiare in F1.

L’anno scorso però la Haas era assolutamente una macchina inguidabile per la F1, tanto è vero che l’ultimo posto a zero punti non ha sorpreso davvero nessuno, per questo motivo il miglioramento della vettura dava grandi speranze per poter vedere finalmente Schumacher in zona punti, ma dopo se Gran Premi il numero zero è ancora tristemente sulla sua casella.

Il confronto con il compagno Magnussen è davvero impietoso, tanto è vero che ormai la differenza sembra ormai davvero chiara è netta tutti, per questo motivo in scuderia si sta iniziando a valutare un possibile clamoroso ribaltone, considerando infatti come tantissimi avessero speranze nei suoi confronti.

Le vittorie in Formula 2 non possono più essere una scusante, non si può più in alcun modo a pensare che dopo due anni non abbia ancora fatto quel salto di qualità, quantomeno per poter diventare un pilota di medio livello, in particolar modo perché in questo momento la vettura si è avvicinata sempre di più a quel tipo di avversari.

Cosa fare con Mick Schumacher? La Haas deve aspettare

Bisogna comunque dire che il ragazzo è ancora molto giovane e paga senza ombra di dubbio un cognome davvero molto impegnativo, dato che anche in passato grandi figli d’arte come Piquet o Senna non sono stati in grado di replicare neanche lontanamente le orme dei loro grandi padri.

Ecco dunque quindi che Schumacher ha bisogno di un po’ di tempo per poter ingranare all’interno di un mondo davvero molto spietato, con i tedesco che si è comunque ben distinto come uno degli elementi più interessanti in assoluto, chissà poi che la storia non si possa replicare.

A Barcellona infatti il grande Michael era stato in grado di ottenere la prima vittoria della sua carriera in Ferrari, al termine di una gara di poco meravigliosa, ottenuta su una pista totalmente bagnata e ai limiti della praticabilità, riuscendo però a portare a termine una gara epica con una rossa non proprio leggendaria.

Chiaramente nessuno chiede a Mick la vittoria, ma un’impresa vera e propria sarebbe quella di riuscire entrare in zona punti, un qualcosa che non è mai riuscito nella sua carriera, e che potrebbe così regalare un momento di gioia e di speranza un ragazzo che ne ha davvero molto bisogno in questo momento di totale fiducia nei propri mezzi, ma si sa che buon sangue non mente.