Vettel ha una idea rivoluzionaria per la F1: ecco la sua proposta shock

Il pilota dell’Aston Martin, Sebastian Vettel, vorrebbe tornare alle battaglie di un tempo in F1. La sua proposta come verrà accolta dai vertici?

Sebastian Vettel è stufo dello spettacolo messo in scena dalla categoria regina del Motorsport. La Formula 1 avrebbe dovuto cambiare faccia nel 2022 con l’innovazione delle auto ad effetto suolo. Sarebbe dovuta essere la grande chance per gli ingegneri per rinunciare ai sorpassi con DRS. Non solo l’ala posteriore mobile è rimasta sulle wing car, ma risulta ancora determinante.

Sebastian Vettel (Ansa Foto)
Sebastian Vettel (Ansa Foto)

Lo si è visto nelle prime uscite con la ricerca spasmodica dei detection point, le zone designate sui tracciati per attivare il DRS. Senza l’ausilio dell’apertura dell’ala mobile posteriore, per lunghi tratti del Gran Premio dell’Emilia Romagna, le vetture hanno fatto una tremenda fatica a superarsi. A rimanere pregiudicato dalla circostanza è stato, principalmente, Charles Leclerc che poi ha anche, successivamente, commesso un errore per inseguire Sergio Perez.

Nonostante le auto ad effetto suolo riescano a tenersi più in scia rispetto a quelle della precedente generazione, i piloti continuano a dover abusare del DRS. Nell’inizio di stagione lo hanno sottolineato sia Fernando Alonso che Sebastian Vettel. Quest’ultimo ha saltato le prime due corse della stagione per la positività al Covid-19. Si è ritirato in Australia, di conseguenza il primo vero test in gara, al volante delle auto ad effetto suolo, è avvenuto nel Gran Premio dell’Emilia Romagna.

Il tedesco è stato autore di una ottima gara. Il quattro volte campione del mondo ha concluso con un ottavo posto, conquistando i primi punti per l’Aston Martin. Il suo compagno di squadra, il canadese Lance Stroll, ha concluso in decima posizione. L’ex driver della Ferrari è rimasto, comunque, deluso dalla rivoluzione tecnica che ha investito la categoria regina del Motorsport. Per ovviare alla questione dei sorpassi “dopati” dal DRS, l’esperto pilota ha avuto una idea brillante.

F1, la proposta di Sebastian Vettel

L’Aston Martin era chiamata ad un exploit nel 2022 dopo gli scarsi risultati della scorsa annata. La squadra inglese ha raccolto appena 77 punti nel 2021, piazzandosi davanti solo a Williams, Alfa Romeo e Haas. Il cambio di regolamento rappresentava l’occasione migliore per la verdona, ma il team di Lawrence Stroll ha fallito, miseramente, il salto di qualità con il lancio della AMR22. Sebastian Vettel proverà, comunque, a tenere alta la bandiera, ma per migliorare lo spettacolo in pista il campione ha avuto una idea brillante.

Per ovviare all’artificiosità dei sorpassi con DRS, il pilota di Heppenheim ha pensato ad un esperimento per evitare l’abuso dell’ala posteriore mobile spalancata. “Una manovra di sorpasso dovrebbe essere sempre un traguardo che non dipende dal fatto che tu sia proprio in zona DRS e in grado di appiattire l’ala”, ha annunciato Seb, come riportato da Motorsport-Total.com. La F1, oramai, è diventata dipendente dal Drag Reduction System (DRS).

In Australia addirittura avrebbero dovuto esserci quattro zone DRS. Il pilota dell’Aston Martin ha sottolineato che in alcuni Gran Premi, come ad esempio a Jeddah, l’aiutino al sorpasso è stato abusato. Si è creato “un diverso tipo di corsa. I due leader [Max Verstappen e Charles Leclerc] hanno frenato ciascuno davanti alla linea del DRS per tagliare il traguardo al secondo posto. E non credo che dovremmo muoverci in quella direzione“, ha tuonato Seb.

Da quando il DRS è stato introdotto nel 2011, Vettel ritiene che sia diventato l’unico sistema che, in certe circostanze, permette di effettuare la manovra di sorpasso. Il pilota tedesco sarebbe favorevole una gestione “cauta” del sistema di riduzione della resistenza. In sostanza: la Formula 1 dipende in modo troppo evidente dal DRS. Non è la prima volta che il campione tedesco si lamenta delle norme della FIA e della F1.

Nel mondo ideale, avremmo regole che ci permetterebbero di rimanere in contatto e sorpassare senza DRS“. Una frecciata a Ross Brawn e tutti i vertici della F1 che avevano dichiarato alla vigilia del 2022: “Spero che si arrivi al punto in cui il DRS non sarà più così decisivo. Se le vetture saranno in grado di fare buoni duelli, allora il DRS se ne andrà rapidamente”.

A questo punto Vettel vede un solo modo per provare a fare a meno d’ala mobile posteriore. “Se rimuovessimo il DRS potremmo vedere com’è la corsa, se fosse possibile sorpassare molto meglio che in passato. Sarebbe interessante. Il sorpasso è ancora difficile, ma dovresti fare uno sforzo per farlo. Dopotutto, deve valerne la pena se riesci a completare con successo una manovra di sorpasso“. Vedremo se l’esperimento avverrà nei prossimi tempi. Sarebbe una rivoluzione epocale per la categoria regina del Motorsport.