Nessun aiuto per le auto elettriche ed ibride: i motivi della decisione

Si parla molto di come le auto elettriche rappresenteranno il futuro, ma la decisione attuata dal governo di recente lascia davvero stupiti.

La situazione che sta attraversando il mondo in questo momento è davvero molto complicata e tortuosa, in particolar modo per la condizione che sta vivendo l’Ucraina e la Russia con una guerra che sta davvero danneggiando tutto il mondo, con i costi dell’energia che sono cresciuti a dismisura e che dunque diventa assolutamente fondamentale riuscire a sponsorizzare sempre di più le auto elettriche, ma purtroppo nell’ultimo periodo c’è stato un vero e proprio rallentamento anche da parte degli incentivi.

Automobile elettrica (Ansa Foto)
Automobile elettrica (Ansa Foto)

Non è mai facile riuscire a realizzare delle rivoluzioni così importanti come quelle che verranno attuate nei prossimi anni per poter passare a tutti gli effetti dall’utilizzo di vetture con alimentazione a benzina o a diesel per arrivare definitivamente all’elettrico, con il governo italiano che ha cercato in tutti i modi in quest’ultimo periodo di sponsorizzare sempre di più l’utilizzo delle auto elettriche.

Dopo tanti mesi finalmente il 25 maggio è stata data l’opportunità di prenotare da parte dei cittadini i vari incentivi per poter arrivare all’acquisto di auto elettriche o di ibride che comunque potessero essere decisamente con basse emissioni di anidride carbonica, ma il tutto è già finito dopo soli 20 giorni.

La motivazione infatti è dovuta dalla altissima quantità di richieste che sono arrivate da tutte le parti d’Italia, con il governo che dunque non è stato in grado di stanziare un fondo tale da poter garantire un particolare aiuto per tutti coloro che volevano effettivamente sfruttare questo tipo di opportunità, con le offerte che sono sembrate davvero molto vantaggiose.

Seppure il tetto stanziato per poter arrivare al totale delle auto elettriche era stato di 209 milioni, per questo teoricamente ce ne sarebbero ancora 187 milioni, la decisione è stata chiara è deciso nell’ultima giornata e c’è stato il blocco totale di questi incentivi.

Cosa fare con i nuovi fondi per le auto elettriche?

Insomma in questo momento risulta essere sempre più chiaro come l’utilizzo delle auto elettriche su scala Nazionale sia ancora davvero molto lontano dal poter arrivare a compimento, anche perché non sembrano esserci assolutamente le condizioni per riuscire ad avere al cittadino a disposizione ciò di cui ha bisogno.

Ci sono tantissime motivazioni per questo clamoroso flop e prima di tutto si può pensare al fatto che c’è stata una totale esclusione da parte delle varie imprese, con il solo car sharing che ha deciso di aderire all’utilizzo delle auto elettriche utilizzando però soltanto la formula del noleggio.

Non possiamo poi dimenticare infatti che è diminuito sempre di più il contributo da parte dello Stato, tanto è vero che nel 2021 si è passati da un massimo di ottomila con tanto di rottamazione in favore delle auto elettriche ai cinquemila attuali.

Insomma è chiaro come in questo momento ci sia davvero una situazione di stallo, perché da un lato si vorrebbe guardare sempre di più con fiducia e sicurezza al futuro, con l’elettrico che sicuramente sembra essere l’unica soluzione per poter sopperire al petrolio che prima o poi finirà, ma in questo momento non ci sono ancora le condizioni per attuare questo grosso importante cambiamento.

Dunque non ci resta che vedere quello che potrà accadere nel futuro, ma in questo momento non sembra esserci neanche la volontà e la forza da parte dello Stato di poter aiutare sempre di più coloro che decidono di virare verso l’elettrico.