Andrea Dovizioso ci riprova: stavolta però non ci sarà Valentino Rossi

Il pilota della Yamaha Petronas, Andrea Dovizioso, ha avuto una opportunità clamorosa che non ha colto per uno strano gioco del destino.

Andrea Dovizioso (Getty Images)
Andrea Dovizioso (Getty Images)

Andrea Dovizioso è risalito in sella alla Yamaha nel 2021 dopo la lunga militanza nel team Ducati. Il centauro romagnolo ha avuto una brillante esperienza nella casa di Borgo Panigale, sfiorando il titolo mondiale in tre occasioni.

Un po’ di sfortuna e un grande Marc Marquez hanno privato Andrea del successo in MotoGP. La figura di Dovizioso si è legata in modo importante al team Ducati nel 2013. In pochi ricordano l’annata precedente in Yamaha nel team Tech3. Da compagno di squadra di Cal Crutchlow ottenne sulla moto di Iwata la bellezza di sei terzi posti in Catalogna, Paesi Bassi, Germania, Italia, Indianapolis e Aragona. Il pilota italiano chiuse la stagione al quarto posto, accumulando un bottino di 218 punti.

Lo strano destino di Andrea Dovizioso

Nell’anno in cui Andrea si mise in luce sulla moto giapponese, Valentino Rossi stava attraversando uno dei momenti più complessi della sua carriera in MotoGP. Dopo aver scelto di passare al team Ducati, il centauro di Tavullia affrontò delle inaspettate difficoltà. Dopo la prima stagione in sella alla Rossa, il dottore sperava di aver risolto i grattacapi della moto di Borgo Panigale, ma il 2012 si rivelò un’annata altrettanto complicata. Rossi, infatti, salì solo due volte sul podio, chiudendo il campionato al sesto posto a 163 punti.

Il campionato 2012 fu vinto dal rivale del dottore, Jorge Lorenzo. Lo spagnolo, liberatosi della presenza ingombrante di Valentino Rossi in Yamaha, si aggiudicò il suo secondo titolo iridato in MotoGP. Stanco delle performance ottenute sulla Ducati, Valentino Rossi scelse di fare un passo indietro e di ritornare nel 2013 nel team Yamaha. A farne le spese fu proprio Andrea Dovizioso che si era distinto nel team Tech3 nella speranza di fare il salto nel team ufficiale della casa di Iwata.

LEGGI ANCHE >>> Valentino Rossi, qual è stata l’unica sconfitta della sua carriera?

Andrea Dovizioso, a quel punto, decise di sposare il progetto della Ducati. Nel 2013 divenne il compagno di squadra di Nicky Hayden. Dopo quattro anni altalenanti, il romagnolo trovò il feeling giusto con la Rossa e arrivò molto vicino a battere Marc Marquez.

L’esperienza con la casa di Borgo Panigale è stata eccellente, ma se fosse passato in Yamaha nel 2013, probabilmente, la storia di Dovizioso in MotoGP avrebbe preso tutt’altra piega. Nel complesso Andrea si è sempre dichiarato soddisfatto del suo percorso nel motociclismo, nonostante non sia mai arrivato a vincere in MotoGP. A trentacinque anni ha deciso di ricominciare proprio in squadra con Valentino Rossi nel team Yamaha Petronas. Andrea ha preso il posto di Franco Morbidelli promosso, in questo finale di stagione, nel team ufficiale in sostituzione di Maverick Vinales.