Bernie Ecclestone torna in F1? L’idea è clamorosa

La FIA ha ufficializzato le liste dei partecipanti che si sono candidati ad un ruolo importantissimo nella Federazione Internazionale dell’Automobile. A sorpresa c’è anche la moglie di Ecclestone.

Bernie Ecclestone (Getty Images)
Bernie Ecclestone (Getty Images)

Se nella vostra vita avete visto un Gran Premio di Formula 1 conoscerete il volto e il nome di Bernie Ecclestone. L’uomo d’affari inglese è stato per decenni il boss del circus. Nato il 28 ottobre del 1930 Mr.B era conosciuto nel Paddock come il “Supremo”, l’uomo che muoveva tutti i fili e che ha portato la F1, a livello mondiale, ad essere riconosciuta come la massima categoria del motorsport.

Negli anni ’50 Bernie iniziò a gareggiare sulle auto da corsa, non riuscendo a qualificarsi a nessun Gran Premio, ebbe l’idea di scendere dall’abitacolo e diventare un venditore. Il talento negli affari di Ecclestone superava, grandemente, quello in pista. A livello manageriale cominciò anche a gestire gli interessi di alcuni piloti dalle ottime prospettive come Jochen Rindt. Quest’ultimo si laureò campione del mondo in F1 nel 1970.

Ecclestone due anni dopo riuscì a mettere le mani sul team Brabham e non sbagliò più una mossa dal punto di vista imprenditoriale, fino a diventare il boss della Formula 1 stessa. La chiave fu la vendita dei diritti televisivi che allargarono gli orizzonti del circus. L’amministrazione, l’allestimento e la logistica di ogni Gran Premio di Formula 1 sono stati un affare esclusivo di Bernie sino alla sua cessione nel 2016. Con un’operazione mastodontica con un esborso di cash e scambi azionari per un valore complessivo di 8 miliardi di dollari, gli americani del gruppo Liberty Media hanno preso il controllo della F1.

La nuova vita di Bernie Ecclestone

Bernie si è dedicato alla famiglia e insieme a sua moglie Fabiana Flosi hanno dato alla luce un erede. I due si sono legati nel 2012 tra numerose polemiche per la enorme differenza d’età. Fabiana Flosi è del 1976 ed è una avvocatessa. La quarantacinquenne brasiliana ha lavorato come vicedirettrice marketing della F1 dove ha conosciuto Bernie.

In quasi dieci anni di relazione la coppia ha resistito alla diffidenza iniziale, continuando a viaggiare a gonfie vele. La coppia si è sposata in Svizzera dove è nato Ace, il primo erede maschio di Mr. B, già padre di tre figlie. Tra le grandi passioni della moglie di Ecclestone vi sarebbe lo sport e, ovviamente, la Formula 1.

LEGGI ANCHE >>> F1, altro dramma per la Williams: è positivo al Covid

La Federazione Internazionale dell’Automobile ha reso note le due liste di candidati ammessi a partecipare all’elezione del prossimo 17 dicembre. Tra pochissimi giorni Jean Todt terminerà il suo terzo mandato da presidente. L’ex direttore della Ferrari, infatti, ha cominciato a ricoprire l’importante carica a fine 2009. Tra i nomi più illustri presenti c’è quello di Mohammed Ben Sulayem che si candida ad essere il primo presidente della FIA non europeo. Lo sceicco, imprenditore ed ex pilota di rally emiratino è tra i più seri aspiranti alla prestigiosa poltrona. Nella sua lista di giunta è presente il nome di Fabiana Flosi, moglie di Ecclestone e candidata vice-presidente per il Sud America. L’alternativa valida è l’attuale vicepresidente FIA Graham Stoker.