Brasile-Argentina, Messi si sfoga con Neymar (VIDEO)

Messi incredulo per Brasile-Argentina sfoga la rabbia col funzionario, poi ricorda a Neymar che c’è un pubblico da rispettare.

Messi e Neymar
Messi e Neymar (Fonte foto: web)

Difficilmente i due numeri 10 di Brasile ed Argentina, si sono ritrovati a vivere una scena simile, forse anzi, è la prima volta in assoluto. Oggi, le maglia che nella storia, sono passate anche sulle spalle di Pelé e Maradona, sono di due tra i migliori al mondo, Neymar e Messi.

Entrambi, avevano solo voglia di dare spettacolo, per una delle gare sudamericane più attese dell’anno, eppure si sono ritrovati a bordo campo, con degli agenti dell’Anvisa per qualcosa di paradossale. E pensare che Messi aveva rischiato di non esserci, per un’entrata killer subita pochi giorni prima con il Venezuela.

Messi e Neymar: cosa si sono detti?

Ciò che è successo a San Paolo, in Brasile, ha dell’incredibile e farà finire presto la FIFA sotto le critiche. Un episodio che ha ricordato tanto quello della famosa infermiera, che va a prendersi Maradona per mano prima di una gara del Mondiali e con i calciatori già in campo. Stavolta è toccato al probabile erede, Messi, ma non in prima persona. Una serata no per le gare nazionali. Prima il Marocco bloccato in Guinea, poi questo.

L’ANVISA, Agenzia Nazionale Vigilanza Sanitaria, del Brasile, si è ricordata di dover bloccare la gara un po’ in ritardo. I calciatori infatti stavano già regolarmente disputando il match, quando all’improvviso dei funzionari hanno rubato la scena. Il tutto, perché Emiliano Martinez, Emiliano Buendia, Giovani Lo Celso e Cristian Romero avrebbero dovuto osservare una quarantena, perché provenienti dal Paese in cui giocano, l’Inghilterra.

Leggi anche>>> Il calciomercato non dorme mai: il Real Madrid tra un anno vuole una squadra stellare

E fin qui ci siamo, ma perché interrompere una gara in mondovisione e non bloccare prima gli argentini? Mentre Scaloni prima si arrabbia e poi tenta la via della diplomazia, per continuare la gara, Leo Messi è più deciso. Dapprima chiede al funzionario: “Come mai non ci avete bloccati prima? Siamo qui da quattro giorni”, poi si preoccupa col compagno del PSG, Neymar: “Ci sta guardando tutto il mondo”, sembra dire. Intanto, non si sa se la gara verrà rigiocata o è solo sospesa, il video del colloquio, è qui in basso.