Golpe in Guinea: dramma per due giocatori di Serie A

Grande paura in Guinea dove c’è stato un colpo di stato. Dramma per due giocatori della Serie A bloccati lì in attesa di news.

Colpo di stato in Guinea - Serie A (AdobeStock)
Colpo di stato in Guinea – Serie A (AdobeStock)

Il calcio e tutti gli sport, si riflettono naturalmente, su cosa accade nel mondo. Storie commoventi come quella di Murtaza che chiede a Messi di liberarlo dai talebani, o di paura come quella provata dalla nazionale marocchina in trasferta in Guinea, vengono purtroppo fuori.

Nella giornata di ieri, Conakry, capitale guineiana, si è svegliata nel totale caos. Un tentativo di colpo di stato, e le strade sono diventate insicure. Per la nazionale marocchina, non è rimasto che starsene in albergo ad attendere.

Due giocatori di Serie A non possono tornare

La gara delle Qualificazioni Mondiali, sezione africana, è stata rimandata, ma questo è il dettaglio minore. Pensate alle famiglie dei calciatori che avranno appreso la notizia, è lecito avere paura in un momento del genere. A farne le spese, una vecchia conoscenza del nostro calcio, Achraf Hakimi e due calciatori, attualmente della Fiorentina.

Youssef Maleh e Sofyan Amrabat infatti, erano coinvolti nella spedizione di mister Vahid Halilodzic, ma nella nottata di ieri, sono riusciti a lasciare il Paese che avrebbe dovuto ospitare la loro gara. Cosa è successo: il colonnello Doumbouya ha avuto il potere di sciogliere il Governo e rendere la Costituzione, sospesa. La richiesta è stata di trovare la sovranità popolare e di iniziare un “dialogo inclusivo”, per riscrivere la Legge.

Leggi anche>>> I giocatori non lo vogliono in panchina, terremoto in Premier contro un italiano

Questo, ha paralizzato quindi soprattutto la città capitale della Guinea, Paese che si trova in Africa occidentale, con scontri per le strade, morti e feriti, a Conakry. Messa in sicurezza, alla nazionale marocchina non è rimasto che attendere che tutto finisse in fretta. Altri giocatori, giocano tra l’altro in squadre europee, ben tre sono del Siviglia: Bounou, En-Nesyri e Munir. Ci sono anche altri ex calciatori italiani. Masina, ex Bologna, Taarabt del Milan, El Yamiq, di Perugia e Genoa.