Carlos Sainz, messaggio commovente per suo padre: fan in estasi (FOTO)

Il pilota della Ferrari, Carlos Sainz Junior, ha avuto un pensiero sui social molto intenso per suo padre impegnato nella Dakar.

Carlos Sainz (Getty Images).
Carlos Sainz (Getty Images)

Carlos Sainz Cenamor ha fatto, ancora una volta, la storia della Dakar. Il già tre volte vincitore della competizione ha trionfato nella terza giornata con un’auto elettrica. Ci sono solo volute sole tre tappe per scrivere una nuova pagina di storia che rimarrà scritta nella pietra. Un successo per tutta la filiera elettrica, non solo per l’Audi. La casa tedesca aveva puntato con decisione su una partecipazione con una vettura spinta unicamente da motori elettrici. Un traguardo impressionante per il marchio dei quattro anelli e per Sainz, vincitore ora di ben 40 tappe in carriera.

A 59 anni, il Matador continua ad essere uno dei piloti più forti e temuti sulle dune. Un re assoluto degli sterrati che dopo due mondiali Rally si è reinventato un fenomeno anche in Dakar. Sul piano fisico lo spagnolo continua ad essere una roccia, come dimostrano i tre titoli complessivi. Nella prima tappa è stato sfortunato, smarrendo il percorso, e accumulando un gap di ore alla ricerca del WayPoint. Per la quarta affermazione nella Dakar la strada è in salita, ma la competizione è imprevedibile e può sempre succedere di tutto. Il madrileno ci proverà fino alla fine, finché la matematica non lo condannerà.

Ferrari, i dubbi amletici di Binotto: Leclerc e Sainz punteranno al titolo?

La soddisfazione di Carlos Sainz

Il pilota della Ferrari ha un rapporto bellissimo con suo padre. I due condividano la medesima grande passione per i motori. Padre e figlio sono complici, vivendo per le stesse fortissime emozioni che solo la velocità riesce a trasmettere. Il Matador ha sempre spinto suo figlio a dare il massimo e puntare al vertice. La F1 non a caso è definita la categoria regina del Motorsport, essendoci i venti piloti più veloci del mondo. Carlos ha iniziato nell’Academy Red Bull, esordendo in F1 al fianco di Max Verstappen nel 2015.

Dopo due anni si è trasferito in Renault dove si è fatto notare per una costanza di rendimento straordinaria. Questa gli è valsa la chiamata della McLaren Mercedes dove ha trascorso due anni splendidi al fianco di Lando Norris. Carlos, proprio come suo padre, è un grande uomo squadra, determinato e con un carattere molto solare. Un perfetto team player che si adatta al mezzo e riesce ad estrarne il massimo potenziale, senza rischiare di perdere punti per strada. Difatti, nel 2021, alla sua prima annata con la Ferrari il madrileno ha ottenuto il quinto posto in classifica piloti, non ritirandosi mai in nessuna tappa del calendario.

Dakar, Carlos Sainz incredulo: arriva l’accusa pesantissima

Uno dei segreti della famiglia Sainz è l’allenamento. Il pilota della Rossa si è congratulato con suo padre con un messaggio da brividi, sottolineando come dietro a certi risultati c’è un duro lavoro di anni. “Quarantesima vittoria di tappa in Dakar, la prima della storia con un’auto elettrica. So che questo sarà speciale per lui. Tanto duro lavoro dietro le quinte. Congratulazioni!“. Si percepisce l’emozione e il grande rispetto che il ragazzo nutre per il suo punto di riferimento. Sainz continuerà a spingere nella Dakar, mentre Carlos si sta preparando con dedizione all’inizio della prossima stagione.

La Ferrari sta puntando da anni al 2022 per mettere in pista una vettura in grado di sfidare i top team. La Mercedes e la Red Bull Racing hanno dominato nel 2021, ma ciò non ha impedito a Carlos di ottenere quattro podi nella sua prima annata a Maranello. Tre terzi posti in Ungheria, Russia ed Emirati Arabi, mentre a Montecarlo è arrivato al secondo posto. Aver preceduto in classifica Lando Norris e Charles Leclerc testimonia il fatto che Sainz ha anche una ottima dose di talento. Nessuno si è adattato come lui, su una nuova vettura, dimostrando di essere il primo della lista dietro gli inarrivabili piloti di Mercedes e Red Bull Racing.

Carlos Sainz (Getty Images)
Carlos Sainz (Getty Images)