Charles Leclerc minaccia la Ferrari: volano parole pesantissime

Che il pilota ferrarista, Charles Leclerc avrebbe fatto una ramanzina al team Ferrari, lo si immaginava: ecco cosa ha detto proprio lui.

In tanti si stanno ancora chiedendo come sia stato possibile che Charles Leclerc non abbia vinto il GP di Montecarlo, dopo una bellissima pole e soprattutto, dopo una gran partenza. Praticamente, solo un clamoroso imprevisto avrebbe potuto rovinare stavolta, il week-end di Charles, dopo la rottura del motore di Barcellona. Ebbene, stavolta ci ha pensato il team a combinare un bel guaio con un pit stop che gli ha fatto perdere posizioni.

Charles Leclerc Ferrari (Ansa Foto)
Charles Leclerc Ferrari (Ansa Foto)

È diventata quindi la settimana dei ‘secondi’ in rivolta, Perez e Sainz, con Max Verstappen ad arrivare terzo e il numero 16 al quarto posto. Ma dopo che era stato anche primo con diversi secondi di distanza da chi seguiva. Ed infatti, molto semplicemente spiega tutto ai media il classe ’97. Ecco cosa ha detto: “Mi sento come se avessi fatto tutto quello che c’era da fare, ero molto forte, ho fatto tutto bene in qualifica e in gara, senza errori, e perdo la vittoria in quel modo. Avevo un vantaggio di sei o sette secondi e trovo ancora difficile credere a come abbiamo perso questa gara“.

Leclerc avverte il team e non è di buonumore

Anche qualche milione di tifosi della Ferrari, non hanno davvero capito come sia potuto accadere ed appoggiano il ventiquattrenne. Il Mondiale è lungo e soprattutto, la vittoria dello stesso, continua ad essere ad un palmo di mano. La differenza di punti tra il ferrarista ed il campione in carica, Verstappen, è in questo momento di soli 9 punti. Però dopo Monaco, sono stati in tanti a criticare il box del cavallino. L’ex pilota, Timo Glock, non ha usato mezzi termini per farlo.

Sicuramente, Leclerc non è contento, per usare un eufemismo, e crediamo, dopo le sue dichiarazioni, che le sue urla si siano fatte sentire a Maranello. Il monegasco, lo dice elegantemente: “Non so quando hanno cambiato idea, ma qualcosa è successo e nessuno me l’ha detto fino a quando non sono arrivato in pit-lane e mi hanno lasciato in mezzo. Parlerò con la squadra perché questo non può accadere di nuovo. In queste condizioni i piloti si fidano di quello che gli viene detto, non vediamo i tempi degli altri in ogni momento. Ma non so cosa abbiano visto per pensare che sia stata una buona decisione”.

Il classe ’97, ha terminato la Gara dicendo chiare parole in radio: “No words”, sostanzialmente, “Non ho parole” ed infatti anche ai media fa capire che ancora non si spiega tutto quel caos e del perché gli sarebbe stato chiesto di non entrare nei box, una volta che però ormai la sua vettura era dentro. Lo stesso Mattia Binotto, cerca di smorzare un po’ la situazione, pur ammettendo errori, finendo però per ammettere in poche parole: “Quando hai la macchina più veloce, fai la pole e non vinci la gara è deludente”. Insomma, il sentimento di Leclerc è comune e condiviso.