Leclerc e la lotta al Mondiale: un ex campione ne mette in dubbio le qualità

Dopo la rimonta in Canada, c’è chi addirittura ha provato a criticare Leclerc e la sua capacità di lottare con Verstappen. E lo ha fatto un ex campione.

Charles Leclerc è pronto a ripartire, per l’ennesima volta. E’ da Imola, quando il vento è cambiato a favore della Red Bull, che ogni fine settimana si aspetta il riscatto della Ferrari e del monegasco. Ma finora sono solo arrivate tante delusioni. A partire da quella del sorpasso di Max Verstappen in classifica generale, che dopo la tappa canadese ha raggiunto i 49 punti. E dire che la Rossa ne ha avute di opportunità da sfruttare per ritornare non solo a vincere ma a guadagnare punti pesanti sulla concorrenza. Ma alla fine qualcosa è sempre andato storto.

Charles Leclerc (ANSA)
Charles Leclerc (ANSA)

A partire da Miami, dove c’è mancato davvero poco per ridare paga a Verstappen. A Barcellona poi Leclerc era saldamente in testa quando il motore ha deciso di lasciarlo a piedi nel momento chiave della gara. E proprio questo episodio doveva essere cancellato in fretta dalla gara più attesa per lui, quella di casa a Monaco. E invece anche qui, dopo una doppietta in qualifica, il disastro in gara causato dal box, che gli ha tolto addirittura il podio. Per non parlare di Baku, perfetta copia di quanto visto in Spagna, con il motore a spegnere ogni speranza di ritorno alla vittoria.

In Canada poi un weekend di rimonta, dove alla fine sapeva di limitare i danni dopo il nuovo cambio di power unit. Il monegasco è un fenomeno, ma finora non è stato assistito da tanti fattori.

Villeneuve e la frecciata a Leclerc

Ma c’è anche chi, nonostante tutto, prova a criticare Leclerc per quanto non ottenuto finora nonostante una Ferrari veloce, ed è Jacques Villeneuve. L’ex star della F1 ed esperto televisivo nel podcast F1 Nation ha parlato del pilota Ferrari e ha confessato: “È super veloce, ma al momento sta ancora commettendo errori che non dovrebbe fare, come in Imola. E anche la squadra non aiuta”. Giusto, ma come errore finora in effetti c’è solo quello di Imola.

Ma alla fine il canadese mette nel mirino un altro aspetto: “Sappiamo che è veloce e aggressivo, ma è anche un campione del mondo? È come Max Verstappen? Quanto è sotto pressione quando si tratta del titolo mondiale? Dobbiamo ancora scoprirlo“. Fa specie che proprio Villeneuve tiri in ballo gli errori di Leclerc, quando fino a qualche settimana fa ammetteva: “Ha davvero poche colpe per tutto quello che gli sta capitando. Tolto l’errore di Imola, sta guidando bene”. Anche se poi in quella occasione aveva anche dato un consiglio al monegasco, ossia quello di non lasciarsi andare alla rabbia e alla frustrazione per quanto accaduto. Perché “si vince e si perde assieme, e un pilota non deve mai prendere le distanze dal team”.

Vedremo ora se Leclerc risponderà a queste critiche in pista, cercando finalmente di invertire il trend negativo. Magari proprio da Silverstone, dove invece la Red Bull, con diversi aggiornamenti, vorrebbe dare la mazzata finale alle speranze di una Ferrari che è sempre più vicina al ko.