La rimonta di Leclerc entra nella storia: stabilito un primato in Canada

Charles Leclerc ha dovuto vivere una giornata davvero complicata in Canada, ma alla fine ha potuto limitare i danni con una rimonta da sogno.

Il cambio totale della Power Unit ha costretto Charles Leclerc a partire dall’ultima fila, ovvero un 19esimo posto che avrebbe abbattuto chiunque ma non il campione monegasco che ha deciso fin da subito che questa poteva essere la sua grande gara e infatti è riuscito in breve tempo a risalire le posizioni in gara fino ad arrivare a un quinto posto che sa veramente di grande impresa.

Charles Leclerc Ferrari (Ansa Foto)
Charles Leclerc Ferrari (Ansa Foto)

A ben guardare il Gran Premio del Canada poteva davvero essere la grande occasione per la Ferrari per accorciare il gap che separava Charles Leclerc da Max Verstappen, ma scopriremo solo nei prossimi appuntamenti iridati se questa strategia potrà essere considerata valida e fruttifera.

Il monegasco è partito dunque dall’ultima fila al fianco di Yuki Tsunoda, davvero una strana coppia tra due che di solito si incrociano in pista solamente in occasione dei doppiaggi, ma alla fine ciò che ha fatto Charles è stato davvero un qualcosa di sensazionale e che in carriera non era mai riuscito a ottenere.

Leclerc infatti ha realizzato la bellezza di 14 sorpassi in pista, passando così da una diciannovesima posizione a un quinto posto che permette comunque di portare a casa 10 punti che sono sicuramente oro colato dopo una gara così tanto a inseguire.

Il ragazzo ex Alfa Romeo dunque è stato promosso a pieni voti, non che non lo sia stato anche negli ultimi appuntamenti dove ha dovuto alzare bandiera bianca e non per sue colpe, ma in questa circostanza ha dimostrato di saper andare ben oltre i suoi limiti, dato che in precedenza il suo record in quanto a rimonta totale si era fermato a otto.

Dunque Leclerc ha dimostrato di saper sfruttare nel miglior modo possibile la macchina e in particolar modo l’ha studiata davvero in maniera approfondita, gestendo nel miglior modo possibile la gomma e potendo fare una sola sosta a differenza di tutti coloro che lo hanno preceduto in classifica.

Leclerc c’è per il titolo, cosa dirà il futuro?

In questo momento non si può certamente guardare la classifica con grande ottimismo, anche perché 49 punti di ritardo da Max Verstappen sono davvero molti e le gare iniziano a diminuire sempre di più, ma nulla è ancora perduto.

Charles è un pilota capace davvero di grandissime imprese e quella del Canada è sicuramente una di queste, con il monegasco che sarà già proiettato verso i prossimi appuntamenti con una vettura che sta diventando sempre più sua e forse questi cambiamenti sono stati fondamentali.

Il monegasco aveva comunque spiegato che questo tracciato era molto più adatto ai sorpassi con le vecchie monoposto rispetto a quelle odierne, ma alla fine è stato protagonista in diversi casi di alcuni capolavori veri e propri, come quelli su Bottas e Stroll prima dei due capolavori dopo la Safety Car.

La Alpine era davvero un avversario molto ostico, soprattutto perché Ocon dava la possibilità ad Alonso di sfruttare il DRS, ma alla fine Charles ha trovato il pertugio giusto per potersi infilare e superare l’asturiano in una zona dove questo non serviva e nella stessa posizione ha passato anche il francese.

Insomma Leclerc è un pilota speciale, uno di quelli che sa superare anche dove non è possibile, per questo motivo con un Mondiale ancora così lungo sarebbe davvero sbagliato non sperare.