Attenti se siete clienti di questa banca: la nuova truffa

L’ultima banca ad essere vittima di una truffa, ecco come provano a prendersi i tuoi dati tramite WhatsApp e cosa fare

WhatsApp (Fonte foto: web)

Ci ritroviamo di nuovo a mettervi in guardia sulle truffe che circolano su WhatsApp. Stavolta, a dover fare molta attenzione, sono i clienti della banca Ing. In effetti, proprio questa banca è molto all’avanguardia ed ha una vera linea ufficiale su WhatsApp. Da lì, hanno però preso spunto i malintenzionati, che hanno preparato un vero trappolone per i clienti più distratti.

La banca, dal canto suo, non si è solo detta estranea ai fatti, ma sta inviando una mail a tutti i clienti per metterli in guardia dalla possibilità che il proprio conto si svuoti. Essere contattati purtroppo ed anche cascarci, è molto facile. I malviventi infatti, usano la stessa app, per avviare una conversazione con noi, fingendo di trovarsi proprio nella chat attiva di Ing.

Quasi sicuramente quindi, se venissimo stranamente contattati dalla nostra banca in queste ore, potrebbe esserci dall’altro lato del telefono, un truffatore, che vuole carpire i nostri dati e svuotarci il conto.

LEGGI ANCHE>>> Le truffe più comuni in Italia: non solo online

E proprio la stessa Ing, oltre ad avvisare tutti i clienti, sta diffondendo anche alcune linee guida per riconoscere gli hacker, che mettono a rischio i nostri conti corrente. Ecco quanto si legge in una nota: “I frodatori le hanno pensate proprio tutte per provare a spacciarsi per noi, ingannarti e ottenere così l’accesso al tuo conto: potresti infatti ricevere un messaggio WhatsApp in cui ti viene chiesto con urgenza di condividere i tuoi codici di accesso all’Area Riservata, documenti o altre informazioni personali”.

LEGGI ANCHE>>> Truffa Green Pass: attenti a quel messaggio

Ora che sappiamo che non è davvero l’istituto a contattarci, basta saperci muovere e farlo in poche ma decisive mosse. Ing ricorda inoltre di avere un solo numero reale, attivo sulla chat di WhatsApp: 3443836914. Bisogna ricordare anche che nessuna banca chiederebbe mai l’invio di dati sensibili tramite chat. Infine, per riconoscere la reale chat di Ing, bisogna sempre fare riferimento al badge verde all’interno del profilo ed accanto all’intestazione della chat.