Cristiano Ronaldo è già un caso: ecco il problema del Manchester United

È bastata la prima sconfitta europea, per far nascere i primi dilemmi allo United su Cristiano Ronaldo, non per le prestazioni.

Cristiano Ronaldo (Fonte foto: Instagram Ronaldo)

Sembrerà strano, ma è arrivato da meno di un mese e Cristiano Ronaldo fa già discutere di sé, nella nuova squadra. Ieri, forse distratto dal nuovo scandalo che gli riguarda, ha giocato una partita non impeccabile sul campo dello Young Boys, insieme al suo Manchester United.

Ad essere precisi in realtà, proprio la stella portoghese, così come spesso accadeva in Europa alla Juventus, ha segnato un gol che però non è bastato alla sua squadra. Ma i problemi a quanto pare, non riguardano solo la sconfitta di ieri. Approfondiamo.

Cristiano Ronaldo segna, ma lo United perde

Sembrerebbe infatti, che in casa dei Red Devils si stiano già interrogando sulla disposizione della star. Lui il gol lo ha segnato, ma non è impossibile ipotizzare che qualche compagno di squadra non sia contento e giochi fuori ruolo, a causa sua. Infatti, Solskjaer non avrebbe ancora capito dove far giocare CR7.

Dalle parole dure contro la Juventus, alla possibilità che qualcuno inizi a lamentarsi di lui a breve, non è passato molto tempo. Il calciatore classe ’85, si porta con sé, oltre alla faciltà con cui riesce a trovare la rete, anche qualcosa di atavico, come la poca disponibilità al sacrificio. L’elastico che non spetta alla punta centrale, ruolo fortemente voluto dal portoghese, lo farebbero in questo caso, Sancho e van de Beek (o Lingard), mentre in pratica non avrebbero spazio, sia Cavani che Greenwood.

Leggi anche>>> Balotelli, chi è la misteriosa ragazza? E’ uno schianto (FOTO)

Non c’è ancora nulla di deciso ad ogni modo, visto che CR7 ha giocato punta anche contro il Newcastle, lo scorso sabato, dove a sacrificarsi tatticamente, fu proprio Greenwood, attaccante anche della Nazionale britannica. Lì le cose sono andate meglio, con la doppietta del portoghese e le reti di Fernandes e Lingard, con tanto di vittoria. Ma già in Champions League, qualcosa è andato storto ed i dubbi, iniziano ad insidiarsi nella mente del tecnico norvegese.