Quanti dipendenti ha Ducati? Il numero è impressionante

La Ducati è uno dei brand più importanti al mondo e può contare su un numero pazzesco di dipendenti. L’azienda vola grazie all’apporto di una squadra meravigliosa.

Milioni di appassionati di moto sognano di poter lavorare in Ducati. La casa di Borgo Panigale è diventata un simbolo di eccellenza produttiva. I risultati in pista hanno avuto una incidenza importante anche in termini di vendita. Motivo in più che colloca l’azienda italiana tra i migliori posti dove poter trovare impiego. Nel 2021 la squadra corse si è confermata la N.1 al mondo nella classe regina, vincendo il titolo costruttori con in sella Pecco Bagnaia e Jack Miller. La Rossa è protagonista anche del campionato mondiale Superbike.

Ducati Logo (Adobe Stock)
Ducati Logo (Adobe Stock)

Il trionfo mondiale si è tradotto con un indotto record per quanto concerne le vendite. Lo scorso anno sono state vendute 59.447 moto, ottenendo un incremento delle vendite del + 24% sul 2020 (48.042) e del + 12% sul 2019 (53.183). In una stagione caratterizzata ancora dai problemi legati alla pandemia, è in risultato da urlo. La casa italiana è anche molto seguita sui canali social e tifata in tante categorie del Motorsport a due ruote.

Maggiori ricavi comportano un numero impressionante anche di dipendenti. Pensate che nel 2021 il fatturato è pari a € 878 milioni con una crescita del + 30% sul 2020 (€ 676 milioni) e + 23% sul 2019 (€ 716 milioni). Di questo passo l’obiettivo potrebbe essere il miliardo nel 2022. Il margine operativo è rimasto in linea con i pre-pandemici. Cosa spinge la Ducati al top? La casa di Borgo Panigale continua a investire sullo sviluppo tecnologico e le innovazioni dei tecnici nostrani stanno facendo scuola anche in MotoGP.

Ducati, una garanzia di successo

Chi acquista una moto Ducati sa che si assicura un prodotto nato dalla passione di tanti uomini e donne che lavorano in factory. Claudio Domenicali, CEO Ducati, ha dichiarato: “In Ducati siamo stati in grado di soddisfare un numero record di appassionati clienti, ottenendo numeri eccellenti anche sulla performance finanziaria. Questi risultati sono il frutto di un lavoro di squadra che ha coinvolto ogni singolo dipendente Ducati a Borgo Panigale, nelle filiali e nei concessionari di tutto il mondo, oltre a un parco selezionato di fornitori di grande qualità”.

Il segreto del marchio italiano, controllato dal gruppo tedesco VW, risiede nel teamwork. Tutti lavorano con determinazione per garantire elevati standard qualitativi. Gli utili sono il frutto di investimenti che partono da molto lontano, attingendo ai migliori tecnici al mondo. A livello globale, inoltre, sono state lanciate 84 nuove concessionarie, estendendo una rete di vendita globale che si sostanzia in 790 concessionari in oltre 90 paesi. Il brand punta ancora a crescere senza snaturare il proprio DNA sportivo.

Lo scorso anno, per la prima volta nella storia del marchio, il numero dei dipendenti ha superato le 1.900 persone. Il “place to be” per le eccellenti condizioni di impiego che valorizzano gli sforzi dei lavoratori. Un ambiente inclusivo ed eterogeneo che permette un ottimo work life balance ovvero, letteralmente, l’equilibrio tra la vita privata e il lavoro. Il brand di Borgo Panigale ha ricevuto la certificazione Top Employer Italy per l’ottava volta consecutiva.

Il marchio italiano mira al futuro con il lancio di modelli full electric. Ciò richiederà personale altamente specializzato nelle tecnologie alla spina. Dalla stagione 2023, inoltre, la casa sarà il fornitore unico delle moto per la Coppa del Mondo di MotoE. Gli stabilimenti Ducati diventeranno laboratori per tecnologie all’avanguardia. Il gruppo di lavoro ha lanciato la DesertX, Model Year 2022, e la nuova Panigale V4, grazie all’esperienza in pista.  I futuri modelli della casa saranno improntati sui valori della casa, ovvero Style, Sophistication, Performance & Trust.