Il dramma di Marc Marquez: anche Pedrosa gli tende la mano

La quarta operazione alla spalla destra del pilota della Honda rappresenta l’ennesimo problema della carriera dello spagnolo. Marc Marquez è stato rincuorato da Daniel Pedrosa.

Marc Marquez e Daniel Pedrosa sono stati compagni di squadra in Honda per sei anni. Daniel ha sempre preso paga dal Cabroncito e in qualche modo l’arrivo nel team HRC di MM93 nel 2013 ha segnato la fine delle ambizioni mondiali del Torero Camomillo. L’ultima stagione, infatti, in cui Pedrosa è riuscito ad arrivare secondo in classifica piloti è stata nel 2012.

Pedrosa Marquez (Ansa Foto)
Pedrosa Marquez (Ansa Foto)

In carriera il nativo di Sabadell ha conquistato tre titoli mondiali consecutivi, nel 2003 in 125 e due nella classe di mezzo nel 2004 e nel 2005. Dopo aver reso grande la Honda nelle categorie propedeutiche alla top class, diventando il più giovane pilota a vincere due mondiali consecutivi in 250, Daniel passò nella categoria dei grandi. Erano anni d’oro per la MotoGP con le sfide tra Casey Stoner e Valentino Rossi, ed erano presenti in pista tantissimi talenti straordinari.

In tre occasioni Pedrosa terminò al secondo posto in graduatoria. Nel 2012 arrivò a soli 18 punti dal campione Jorge Lorenzo. Nel complesso il pilota della Honda si è aggiudicato 54 Gran Premi, ottavo posto a pari merito con il cinque volte campione del mondo Micheal Doohan nella classifica dei piloti con il maggior numero di gare conquistate. Inoltre, è al terzo posto all time nella lista dei piloti con più podi. Un signor pilota che ha avuto la “sfortuna” di ritrovarsi in un periodo storico con dei talenti ancor più straordinari.

Daniel Pedrosa conosce come pochi Marc Marquez ed è molto vicino all’otto volte campione del mondo in un periodo molto delicato della sua vita. Dopo l’infortunio di Jerez de la Frontera, la carriera del centauro di Cervera è stata stravolta. Lacune mediche, problemi post operatori, successive cadute, guai di visione doppia e tante altre sfortune hanno segnato le ultime tra annate del Cabroncito. Quest’ultimo si sottoporrà all’ennesima operazione, sperando di recuperare la forza nel braccio destro.

Le parole di Daniel Pedrosa su Marc Marquez

La leggenda della MotoGP, collaudatore della KTM dal 2018, si è aperto in una intervista ad AS sulle condizioni di Marquez e sull’andamento del campionato. Purtroppo per Marc la sua stagione è già finita. Dopo soli sei Gran Premi corsi, il centauro della Honda è stato costretto ad alzare bandiera bianca. Lo spagnolo non riesce a guidare nel suo stile e ha raccolto soli 60 punti. Il distacco dalla vetta si è reso incolmabile dopo l’assenza doppio per infortunio in Indonesia e Argentina.

Già nella scorsa annata Marquez fu obbligato a saltare gli ultimi due appuntamenti della stagione per il riacutizzarsi della diplopia a seguito di uno schianto in un test in Spagna sulla moto da cross. Nel 2021 il campione di Cervera fu, comunque, in grado di vincere tre Gran Premi, ma senza dominare. Non avendo colto neanche un podio ad inizio stagione, il catalano ha deciso di sottoporsi al quarto intervento chirurgico alla spalla destra nella speranza di tornare in forma. È l’ultima spiaggia per lui e per la Honda con cui è legato sino al 2024. La Honda ha già ufficializzato il sostituto per il resto della stagione.

Daniel Pedrosa non è stato curato dal medico che opererà Marquez, ma ha ricordato il parallelismo con la sua problematica al braccio. “Al termine dell’ultima gara della stagione precedente, sono andato al Mayo a guardarmi, ma non ho trovato la risposta che cercavo e ho iniziato la stagione – ha dichiarato Pedrosa ad AS – capisco cosa sta passando Marquez. Ovviamente ogni infortunio è diverso, ma quando dico che lo capisco vuol dire che comprendo le paure, le sofferenze, i dubbi, le incertezze, le difficoltà che comporta stare lì in quella situazione contro altri in condizioni ottimali. Tutti i campioni, prima o poi, attraversano questi momenti”.

In merito al campionato in corso, Daniel Pedrosa ha sottolineato: “Vi sono state modifiche a ciò a cui siamo abituati negli ultimi anni. Ora sembra che la situazione cominci a stabilizzarsi e diventa più chiaro chi sono i favoriti. Vedo benissimo Bagnaia, Quartararo, Bastianini e un sorprendente Aleix”. Al termine della gara al Mugello anche Marc Marquez si è esposto sul favorito alla corona iridata. La stagione rimane più incerta che mai, ma Fabio Quartararo farà di tutto per confermarsi al vertice anche nel 2022.