Valentino Rossi pensa ancora al 10° titolo: parole cariche di amarezza

Valentino Rossi è stato il protagonista più atteso della rassegna milanese. L’ex pilota della Yamaha ha aperto il cuore ai propri tifosi.

Valentino Rossi (Getty_Images)
Valentino Rossi (Getty_Images)

Il nove volte campione del mondo, Valentino Rossi, è stato ospite alla kermesse milanese dell’Eicma. La Yamaha ha organizzato un evento dedicato al Dottore. One More Lap è stato un pensiero speciale al fenomeno di Tavullia, fortemente voluto dalla casa di Iwata. Per i fan è stata la grande occasione per rivedere il centauro in Italia e salutarlo con un caloroso applauso.

Valentino Rossi ha deciso di dire addio alla MotoGP a Valencia lo scorso 14 novembre. Il pilota non appenderà del tutto il casco al chiodo, continuando a gareggiare sulle quattro ruote. L’ex pilota della Yamaha, infatti, è già al lavoro per prepararsi al meglio alle sfide della prossima stagione motoristica. Presso l’Arena MotoLive di Eicma, il motocilista si è presentato sul palco per raccontare le proprie sensazioni a seguito del ritiro.

Un campione come Valentino non nasce tutti i giorni e gli appassionati italiani hanno potuto ammirare l’estro del fenomeno di Tavullia per ventisei anni. Il pubblico si accalcato sotto la pioggia per non perdersi nemmeno un istante della sua presenza all’Eicma (Esposizione Internazionale Ciclo Motociclo e Accessori). Per alcuni appassionati è stata anche la chance di ricevere un autografo del centauro.

Le parole toccanti di Valentino Rossi

Giunto in moto, il nove volte campione del mondo ha salutato dal palco dell’evento il pubblico accorso nonostante la pioggia. “Non sarà più lo stesso per me: pensare di non correre più e non salire più sulla M1 è tosta, ci vuole un po’ di tempo. Me ne sto rendendo conto, intanto è finito il campionato e mi abituo all’idea di non esserci l’anno prossimo“, ha confessato il Dottore.

La Yamaha con cui il campione è arrivato sul palco sfoggia una livrea speciale con il numero 60, omaggio ai 60 anni della casa giapponese. Sui maxi schermi della fiera sono stati proiettati i filmati dei principali trionfi di Rossi, tra cui quello nel GP d’Argentina nel 2015, festeggiato con la maglietta di Diego Armando Maradona. Celebrazione non casuale ad un anno esatto di distanza dalla morte del pibe de oro. Successivamente è andata in onda sugli schermi anche la commovente lettera d’amore che, idealmente, la Yamaha M1 scrisse a Valentino Rossi dopo i successi iridati.

LEGGI ANCHE >>> Marc Marquez, sbuca una data per il rientro: Capirossi vuota il sacco

“Non saranno facili le domeniche senza correre, ma ormai non si può tornare indietro: mi mancherà molto l’abbraccio dei tifosi. Mi sarebbe piaciuto vincere un altro titolo, sarebbe stato bello arrivare a dieci“, ha concluso a malincuore il campione di Tavullia. Alla presenza di Lil Jarvis, Managing Director Yamaha, Valentino ha ricevuto in regalo anche una piccola moto da cross per la figlia che verrà alla luce nel 2022.