F1, l’Alfa Romeo a Miami con un pilota della Ferrari: ecco chi è

In occasione del Gran Premio di Miami, l’Alfa Romeo ha chiesto in prestito un pilota della Ferrari. Lo ha annunciato il team principal Frederic Vasseur.

L’Alfa Romeo ha iniziato la stagione alla grande. In quattro gare Valtteri Bottas e il debuttante Guanyu Zhou hanno messo a referto venticinque punti totali. Ventiquattro ne ha conquistati il finlandese, ex seconda guida Mercedes, mentre il cinese ha portato a casa un punticino nella gara inaugurale del Bahrain. Rispetto allo scorso anno è un progresso enorme, dato che Kimi Raikkonen e Antonio Giovanni conquistarono 13 punti nell’intero arco del campionato.

Alfa Romeo F1 (Ansa Foto)
Alfa Romeo F1 (Ansa Foto)

Il team di Hinwil è al quinto posto della classifica costruttori, precedendo squadre che avrebbero dovuto fare il salto di qualità con il cambio di regolamento. Alpine, Aston Martin e Williams sono le grandi deluse della stagione 2022. Bottas non ha terminato a punti solo in occasione del Gran Premio dell’Arabia Saudita per un problema tecnico. La squadra svizzera ha indovinato il progetto dell’auto ad effetto suolo e il motore Ferrari sta facendo la differenza.

Le aspettative crescono e come ha, recentemente, dichiarato Valtteri Bottas la C42 può fare bene, praticamente, ovunque, avendo un alto grado di adattabilità su tutte le piste. La gara di Miami rappresenta l’occasione giusta per aumentare il bottino di punti in classifica e confermarsi in top 10. La pista consentirà tante manovre di sorpasso con tre zone DRS. Vi sono tutti i presupposti per assistere ad una gara divertente e in casa Alfa l’entusiasmo è alle stelle. Nel team cresce la fiducia di poter fare bene su ogni tracciato del calendario.

Valtteri Bottas si è calato a meraviglia nel contesto Alfa dopo gli anni trascorsi in Mercedes. Il pilota nordico ha abbandonato la nave al momento giusto, dati i risultati della W13. La squadra elvetica ha scommesso su una coppia inedita di piloti, dopo l’annuncio del ritiro di Kimi Raikkonen e la separazione da Antonio Giovinazzi. Valtteri è arrivato, dovendosi far carico del team con un bel contratto pluriennale e questo ruolo lo ha messo al centro del progetto con ricadute positive sul suo umore. Le condotte di gara sono state impeccabili con pochissime sbavature.

Alfa Romeo, un’occasione d’oro per un pilota Ferrari

L’Alfa Romeo ha trascorso un triennio terribile, ma ha scommesso tutto sulle nuove auto ad effetto suolo. L’esperienza di Bottas sta facendo differenza e sta compensando l’inesperienza di Zhou. Non era facile per il nordico lasciare un team vincente come la Mercedes, campione in carica da otto anni d fila. Al fianco di Hamilton, Valtteri ha dimostrato una buona costanza e un velocità in qualifica da top driver, ma non lo ha mai impensierito per la vittoria.

Oltre a Zhou, nello scacchiere dell’Alfa, in qualità di reverse driver, c’è l’esperto Robert Kubica. Il polacco ha corso due GP nella scorsa stagione, non andando a punti. Questo fine settimana il pilota della FDA Callum Ilott sarà il sostituto di Robert Kubica. A rivelarlo è stato il team principal dell’Alfa, Frederic Vasseur, in una intervista a Motorsport.com. L’inglese è un talento, ma non ha avuto l’occasione di arrivare in F1. Nel 2020 concluse al secondo posto in F2, alle spalle di Mick Schumacher.

Nel 2022 si è trasferito in America per correre in IndyCar per la squadra corse Juncos Hollinger Racing. La sinergia tra Alfa Romeo e Ferrari concederà una occasione a Callum Ilott nella prossima tappa del GP di Miami. Il nativo Cambridge, classe 1998, sostituirà Robert Kubica, assente questo fine settimana a causa di una gara nel WEC di Spa-Francorchamps. Il team principal dell’Alfa Romeo ha spiegato nell’intervista che la scelta è caduta sull’inglese in modo logico. Il ragazzo è molto felice e si è aggregato alla squadra per la quinta tappa del campionato 2022.