F1, Sainz svela il segreto: ecco perché la sua Ferrari andava più forte

Il pilota spagnolo, Carlos Sainz, ha strappato la settima posizione nelle qualifiche del GP di Qatar. Ecco cosa ha fatto di straordinario il madrileno.

Carlos Sainz (Getty Images)
Carlos Sainz (Getty Images)

La Ferrari è apparsa in clamorose difficoltà nelle qualifiche del GP del Qatar. La SF21 di Charles Leclerc ha chiuso al tredicesimo posto, soffrendo tantissimo nel confronto con Aston Martin, Alpine e AlphaTauri. Il pilota monegasco dovrà fare un miracolo domani, a differenza di Sainz che ha anche un asso nella manica.

Il figlio d’arte del matador ha compiuto una magia nel Q2 dove è riuscito, con un brivido, a qualificarsi in top 10 con la mescola gialla. Il madrileno domani scatterà dalla settima posizione, ma con il vantaggio di avere una gomma media che potrebbe aiutarlo sulla lunga distanza.

Per il pilota della Ferrari saranno cruciali i primi giri dove, solitamente, i piloti con la mescola rossa, risultano essere più performanti. Se lo spagnolo riuscirà a difendersi nelle prime battute, dal decimo giro in avanti le gomme soft degli avversari andranno a crollare, mentre le sue mescole gialle gli porteranno dei benefici.

La grinta di Carlos Sainz

Al termine delle qualifiche, ai microfoni di Sky, Carlos Sainz ha dichiarato: “Non sono stato in zona confort con la gialla, il passaggio in Q3 è stato al limite e molto rischioso, forse ci darà una mano domani partire con la mescola gialla”.

Il pilota della Rossa ha rischiato di essere beffato da Sergio Perez. Il messicano, clamorosamente, in difficoltà sul tracciato di Losail ha chiuso undicesimo. Il pilota della Red Bull Racing si è rammaricato per l’errore nell’ultimo tentativo Q2 che mette in salita la sua corsa e il lavoro del team austriaco.

LEGGI ANCHE >>> Senna doveva arrivare in Ferrari: ecco perché saltò tutto

Il #55 della Ferrari ha ammesso: “Ho fatto dei bei giri in qualifica, all’inizio del Q3 ho fatto un buon giro, ho provato ad andare al limite nell’ultimo tentativo. Non è stato facile questo weekend, le Alpine, le AlphaTauri e gli altri team sono tutti lì. Di solito abbiamo più margine. Siamo stati calmi e abbiamo portato a casa un settimo posto. Non sarà facile, ma domani proveremo a fare qualcosa di diverso rispetto agli altri”.