F1, Charles Leclerc si giustifica con Sainz: ecco tutta la verità

Il pilota monegasco, Charles Leclerc, ha spiegato tutti i motivi che gli hanno reso impossibile cedere subito la posizione allo spagnolo nel GP del Messico.

Piloti Ferrari, Sainz e Leclerc (GettyImages)
Piloti Ferrari, Sainz e Leclerc (Getty Images)

Il GP del Messico ha riacceso la sfida tra i due piloti della Ferrari. Charles Leclerc e Carlos Sainz si stanno dando battaglia in una sfida interna caratterizzata dal grande equilibrio. A giovarne è soprattutto il team che ha scavalcato la McLaren Mercedes in classifica costruttori. La scuderia di Maranello è ora al terzo posto della graduatoria con 13 punti e mezzo di vantaggio sulla squadra inglese.

Nel corso della gara sull’Autodromo Hermanos Rodriguez, i due alfieri della Rossa si sono posti l’obiettivo di agguantare il quarto posto di Pierre Gasly. Il francese dell’AlphaTauri è stato velocissimo per tutto l’arco del weekend. Carlos Sainz, su una strategia diversa rispetto al monegasco, ha chiesto strada a Leclerc nel tentativo di impostare una rimonta su Gasly. Inizialmente il #16 non ha dato strada al figlio d’arte spagnolo. Carlos si è subito lamentato in radio, dicendo: “Leclerc sta commettendo una serie di errori per tenermi alle sue spalle”.

Sainz aveva, appositamente, allungato nel primo stint per avere una gomma più fresca alla fine. Il muretto Ferrari ha ordinato, espressamente, a Leclerc di lasciar passare lo spagnolo. Charles ha, finalmente, ascoltato la squadra, dando via libera allo spagnolo. Carlos, nonostante una mescola meno usurata, non è riuscito ad avvicinare l’AlphaTauri, così ha dovuto restituire la posizione prima della bandiera a scacchi. Leclerc ha concluso al quinto posto davanti al madrileno.

Le ragioni di Charles Leclerc

Charles Leclerc (Getty Images)
Charles Leclerc (Getty Images)

Il pilota monegasco ha spiegato che, in quella fase di gara, stava vivendo una difficile situazione con la mescola hard. “Fondamentalmente ho avuto un brutto momento con le gomme dure nei primi giri e me ne sono lamentato alla radio – ha analizzato il #16 – nel momento in cui mi hanno chiesto di lasciarlo passare, le due vetture davanti a lui avevano le bandiere blu, quindi ho dovuto passare George Russell e Lance Stroll”.

La situazione di impedimento non è finita per il giovane della Rossa, come è stato riportato anche da Motorsport.com. “Dopo abbiamo aspettato un giro e senza altri piloti davanti ho guadagnato un secondo in una sola tornata – ha aggiunto Leclerc – a quel punto il team mi ha detto: ‘aspetta, non cedere la posizione’ ma poi, due giri dopo, mi hanno chiesto di nuovo di lasciarlo passare e l’ho fatto”. Si è trattato, in sostanza, di un errore di comunicazione tra i tecnici al muretto e i piloti della Rossa. Carlos Sainz ha compreso la situazione delicata, causata dal doppio sorpasso alla Williams di Russell e all’Aston Martin di Stroll. Non mentirò, ho perso due o tre secondi, quindi come team, dobbiamo vedere come possiamo migliorare la prossima volta”, ha confessato Sainz.

Il figlio d’arte ha ammonito la squadra a curare con maggiore attenzione gli scambi di posizione in futuro. Non sapremo mai se Carlos, con un sorpasso celere al teammate, sarebbe stato in grado di recuperare il distacco e sopravanzare Gasly, ma questa incomprensione ha spianato la strada al piazzamento in quarta posizione di Pierre.

“Succederà di nuovo più avanti in questa stagione o nei prossimi anni – ha dichiarato Sainz – quindi, come compagni di squadra e insieme a tutta la squadra, dobbiamo sentirci a nostro agio nei cambi di posizione su alcune piste, come abbiamo già fatto in altri Gran Premi”.

LEGGI ANCHE >>> Ducati, il gesto che commuove il web: ecco cosa hanno fatto per Marquez

Carlos Sainz è ora a sette punti e mezzo da Charles Leclerc ed occupa la settima posizione in classifica piloti. In Brasile, nel prossimo weekend, si riproporrà la sfida tra i due alfieri della Rossa. Oltre ai classici punti della gara domenicale, ad Interlagos andrà in scena anche la terza Sprint Race della stagione che assegnerà tre punti al vincitore, due al secondo classificato e uno per chi dovesse arrivare in terza posizione.