F1, Leclerc è ancora in corsa? L’ex pilota pronostica guai per Verstappen

Max Verstappen sembra avere in tasca il mondiale, ma l’ex F1 è di un altro parere. La Ferrari e Charles Leclerc sono in gioco.

Il mondiale di F1 targato 2022 ci sta proponendo una sfida tra la Red Bull e la Ferrari, con Max Verstappen e Charles Leclerc nei ruoli di protagonisti. Ad essere precisi, la battaglia era stata molto più accesa sino al Gran Premio dell’Azerbaijan, quando il campione del mondo ha iniziato a fare il vuoto in classifica approfittando dei guai della Rossa.

F1 Charles Leclerc e Max Verstappen (ANSA)
F1 Charles Leclerc e Max Verstappen (ANSA)

Ci sarebbe da piangere considerando il potenziale di questa monoposto, che si evince alla grande dai risultati delle qualifiche. Leclerc ha stampato quattro pole position consecutive tra Miami, Barcellona, Monte-Carlo e Baku, rimediando soltanto un secondo ed un quinto posto, alternati a due ritiri.

Questo significa che il monegasco ha ottenuto la miseria di 40 punti dall’8 maggio in poi, dopo averne portati a casa 71 su 78 nei primi tre appuntamenti. Il Gran Premio del Bahrain, quando la Ferrari piazzò una devastante doppietta completata da Carlos Sainz ed entrambe le RB18 furono costrette al ritiro, sembra lontano anni luce, pur essendo passati soltanto tre mesi.

Da ora in poi, non saranno più ammessi passi falsi, nella consapevolezza che Verstappen, dal post-Melbourne, non ha più sbagliato nulla. Dopo gli scivoloni delle prime tre tappe, la Red Bull è progredita molto anche sul fronte dell’affidabilità, anche se il ritorno della F1 in Canada ha fatto scattare nuovamente un campanello d’allarme.

Sergio Perez è stato infatti costretto al ritiro per un guasto al cambio, che non ha lasciato tranquillo neanche Christian Horner. Il team principal, in questi giorni, ha infatti tuonato: “Quanto accaduto con il cambio di Checo è inspiegabile e dobbiamo capire da cosa è derivato. Generalmente questi problemi non sono pronosticabili, ma quando torniamo a casa abbiamo il compito di scoprirne le cause per evitare che si verifichino un’altra volta“.

Il messicano, a causa del guasto, è così precipitato a -46 dal compagno di squadra, con sole tre lunghezze da difendere sulla Ferrari di Leclerc. Queste nuove monoposto hanno riportato al centro della scena l’affidabilità, che negli ultimi anni era diventata una certezza per tutte le squadre.

F1, Grosjean crede ancora in Leclerc e nella Ferrari

La Ferrari era partita fortissimo in questa nuova era della F1, ma in poche settimane la situazione si è del tutto ribaltata. Charles Leclerc ora dovrà sperare che il momento negativo sia terminato, augurandosi che la sorte volti le spalle alla Red Bull ed a Max Verstappen.

A tal proposito è arrivato il commento dell’ex F1 Romain Grosjean, che dopo diverse stagioni con la Haas è emigrato negli Stati Uniti, diventando uno dei top driver della Indycar con il team Andretti Autosports. Il francese ha parlato della situazione mondiale sul suo canale YouTube, dichiarando che i colpi di scena sono dietro l’angolo e che tutto può cambiare in poche gare.

Quella di Leclerc in Canada è stata una splendida gara. Non dimentichiamoci che partiva dal diciannovesimo posto in griglia e rimontare non è mai facile. Devi prenderti tanti rischi quadno parti in mezzo al gruppo. Dopo tutte quelle penalità che ha scontato, ora ha la buona notizia di avere un motore fresco a sua disposizione“.

Sono sicuro che tante squadre incontreranno dei problemi a livello di affidabilità e di cambiamento delle parti della power unit. Anche la Red Bull potrebbe non essere esente da problemi. Hamilton? Credo che ormai sia troppo indietro per poter pensare di giocarsi anche questo mondiale, ma dobbiamo essere onesto. Lewis è tutt’altro che finito, ha ancora una gran voglia di far vedere di cosa è capace e sono sicuro che tornerà in lotta. Il tempo a disposizione non manca e la Mercedes potrebbe tornare competitiva“.