L’ex campione amaro su Fernando Alonso: si avvicina il ritiro?

Il pilota classe ’81, Fernando Alonso sogna in grande, ma c’è subito un suo ex collega che lo smentisce, non succederà.

Sembrava un amore che potesse durare a lungo, ed invece domenica scorsa, dopo le interviste a Sky, Fernando Alonso ha iniziato a far tremare la Alpine. La scuderia francese ha creduto in lui, chiedendogli di tornare al volante dopo due anni di stop, dandogli poi la guida della prima vettura, anche nel 2022. Ma lo spagnolo, potrebbe salutare dopo questo biennio.

Fernando Alonso (Ansa Foto)
Fernando Alonso (Ansa Foto)

Effettivamente, ciò che ha fatto capire il pilota di Oviedo è che nonostante i 41 anni di età, ci ha preso gusto a sfidare ancora avversari e tempo e che potrebbe esserci ancora anche l’anno prossimo, ma magari non in Alpine. Infatti, l’ex Ferrari ha spiegato che non disdegnerebbe di fare da secondo pilota, ma in una scuderia tra le più grandi.

Fernando Alonso dovrà ripensare ai suoi sogni

Ad Alonso, anche per iniziare a metter in cascina qualche suggestione di cui parlare nei prossimi mesi, è stato chiesto se andrebbe in Red Bull, per fare da secondo a Max Verstappen. Ed Alonso in realtà è stato un po’ criptico. Nella scuderia delle bevande energetiche partirebbe come secondo pilota, ma lui stesso ha affermato: “Penso che ad oggi, non ci siano molti piloti numero uno o numero due in nessuna squadra in questo momento. Tutti i team hanno bisogno che entrambi i piloti lavorino insieme e migliorino la vettura, soprattutto con le nuove regole”.

Ma di macchine che resteranno vacanti a dicembre, ce ne potrebbero essere altrove. Piuttosto che al sedile di Perez, magari Alonso potrebbe puntare a quello di Ricciardo, che già sembrava scaricato dalla McLaren e che con l’andar del tempo sembra sempre meno vicino ad un rinnovo per il 2023. Zak Brown, infatti, anche dopo Barcellona ha ammesso che l’australiano non starebbe rispettando le aspettative della scuderia di Woking.

Ma attenzione, perché non è detto che McLaren o scuderie di spessore che siano, penseranno allo spagnolo, anche se si dovessero liberare dei posti. Almeno è quel che pensa l’ex pilota, Damon Hill, campione del mondo del 1997. Infatti, a Sky Sport F1, dopo lo stesso Alonso, ha parlato anche lui, ed ecco cosa ha detto: “Mi dispiace dire che non penso che sia l’investimento di cui hanno bisogno (parlando di top). Quanto durerà? – chiede parlando del contratto –  Alla fine, l’orologio segnerà il tempo di Fernando e succede a tutti, anche se è qualcosa che i piloti non vogliono ammettere”.