F1, passo gara Red Bull spaventoso: Ferrari contenta a metà

Ottimi i tempi delle Ferrari, alle Prove Libere del venerdì: Leclerc si è messo tutti alle spalle, Sainz non è dispiaciuto. Occhio alla RB di Max Verstappen. 

La settimana di Prove Libere di Barcellona è iniziata nel migliore dei modi per la Ferrari, grazie al monegasco, Charles Leclerc. Forse l’ex pilota, Jolyon Palmer, aveva giudicato troppo presto il confronto del numero 16, con Max Verstappen, mentre la gara è tutt’altro che chiusa e Leclerc ieri lo ha assolutamente dimostrato. Ma c’è ancora tanto da fare in Catalogna.

Ferrari F1-75 (Ansa)
Ferrari F1-75 (Ansa)

Ad ogni modo, almeno per quanto riguarda il venerdì, la giornata è finita con il P1 di Charles e questo è motivo di orgoglio ed anche di ottimismo, per quanto riguarda le Qualifiche del sabato e poi la Gara di domenica. Con gli stessi aggiornamenti invece, Carlos Sainz non ha fatto male, ma potrebbe finire davanti ad altre vetture, quindi il sabato è già un giorno per migliorare, per lui.

Ferrari contenta a metà

Ovviamente, il più giovane dei due piloti del cavallino, non ha potuto nascondere la propria soddisfazione, nel vedere che davanti a sé non aveva nessuno. Ai media, ha quindi detto questo: “Le nostre qualifiche non sembravano male, ma abbiamo ancora del lavoro da fare. Soprattutto in termini di passo gara e gestione delle gomme. Gli stint che abbiamo guidato con le mescole morbide sono stati migliori degli stint con le gomme medie“. 

Il monegasco, ha concluso dicendo che il venerdì sarà poi giornata di duro lavoro per la Ferrari e si studierà per capire dove si può migliorare. Infine, Leclerc ricorda anche che le condizioni della pista ora sono molto diverse, rispetto all’ultima volta che le vetture hanno girato a Barcellona nei test invernali. Proprio la Spagna, era tanto attesa ovviamente da Sainz, che aveva parlato di un regalo speciale alla sua terra.

Il madrileno, ha concluso il primo giorno del fine settimana con 1:19.990, finendo in P4. Leclerc, aveva chiuso a 1:19.670. Lo spagnolo, vede il bicchiere mezzo pieno: “È stata una seconda sessione di prove libere un po’ difficile rispetto alla positiva prima sessione di prove. Abbiamo faticato con le gomme e il bilanciamento dopo aver apportato alcune modifiche. Dobbiamo indagare attentamente e apportare le giuste modifiche per sabato. Abbiamo molti dati, quindi sono sicuro che possiamo trovare un set-up più forte”.