Franco Morbidelli-Yamaha: il boss chiarisce la situazione

Lin Jarvis, managing director Yamaha, chiarisce la situazione contrattuale di Franco Morbidelli per il futuro.

Franco Morbidelli si ritrova a vivere uno dei suoi peggiori momento in carriera. Nelle prime sei gare della stagione 2022 il pilota della VR46 Riders Academy ha collezionato un magro bottino di 18 punti, segno inequivocabile che il feeling con la Yamaha M1 stenta a decollare. La mancanza di grip al posteriore non permette di guidare come vorrebbe e quando si ritrova nelle retrovie la temperatura della gomma anteriore si alza causando non pochi problemi alla stabilità della moto.

Franco Morbidelli (Ansa)
Franco Morbidelli (Ansa)

In molti si chiedono se di questo passo Franky avrà stimoli e fiducia per proseguire la sua avventura con la Casa di Iwata, nonostante abbia un contratto in scadenza alla fine del 2023. Secondo voci non accreditate il costruttore nipponico potrebbe persino decidere di rescindere il contratto anzitempo, magari per fare spazio a Miguel Oliveira o Toprak Razgatlioglu nel 2023. Con Morbidelli che verrebbe retrocesso nel team satellite. Voci che vengono seccamente smentite dai vertici della squadra.

Morbidelli e Yamaha alleanza di ferro

In una intervista a Speedweek.com il managing director Lin Jarvis ribadisce che Yamaha garantisce massima fiducia a Franco Morbidelli e rispetterà la naturale scadenza di contratto. Dopo il caso Maverick Vinales nella scorsa estate i vertici Yamaha hanno pensato di mettere fine alla collaborazione con il pilota spagnolo anzitempo, nonostante avesse un contratto fino alla fine del 2022. Impossibile proseguire la partnership fra l’azienda e un pilota che aveva messo a rischio un motore della M1, oltre ad aver dato segnali di insofferenza da diverso tempo.

Ma Lin Jarvis assicura che non ci sarà un nuovo caso Vinales nel box Yamaha factory, viene ribadita massima fiducia al pilota italo-brasiliano. “Franco Morbidelli farà parte del team ufficiale Yamaha nel 2023… Vogliamo rispettare il nostro contratto“, ha sottolineato il manager britannico all’indomani del Gran Premio di Jerez, conclusosi con il 15° posto al traguardo. Non certo una situazione facile per Franky che va alla ricerca del podio da oltre un anno.

Ovviamente nel box Yamaha non si nasconde una certa delusione per i risultati che sta raccogliendo Franco Morbidelli. “Ci aspettavamo prestazioni più vicine a quelle di Fabio Quartararo“, ha concluso Lin Jarvis. “Sappiamo che può essere molto veloce, ma deve ritrovare la sua magia e il feeling con la moto. Cercheremo anche di rendere la moto più competitiva per aiutarlo“.