Se Hamilton lasciasse la Mercedes chi lo sostituirebbe? Ecco i papabili

Non è ancora escluso che Lewis Hamilton, abbandoni la F1 e quindi, lasci senza pilota la Mercedes: i possibili sostituti.

Lewis Hamilton (GettyImages)
Lewis Hamilton (GettyImages)

Quando accade qualcosa di improvviso, come un lungo infortunio negli sport di squadra o un improvviso abbandono in quelli legati ai motori, bisogna tenersi tutte le porte aperte. Certo, un team come Mercedes, sembra avere soluzioni per tutto, ma persino gli uomini di Brackley sembrano essere spiazzati, dalla possibilità che Lewis Hamilton non corra più.

Oggi tutti aspettavano George Russell, ed i riflettori erano solo per lui, ma la foto con maglia bianca Mercedes e tanto di trofei come sfondo del giovane inglese, non sono una soluzione al possibile problema, anzi dramma che il pilota di Stevenage andrebbe a provocare. Tutto ovviamente, nasce dal post-Yas Marina, con l’inglese che è letteralmente sparito. Solo una foto sui social e persino assenza al Gran Galà finale, per protestare contro i mancati provvedimenti FIA dell’ultima corsa.

Dopo Hamilton, chi siederà in Mercedes?

Bella domanda. Ora che dal secondo posto al Mondiale di Hamilton è passato un mese, i supporters della scuderia capitanata da Toto Wolff, sperano che almeno ci siano contatti con i probabili sostituti dell’inglese. Niente esclude infatti, che Hamilton non si ritiri dopo questo lungo silenzio. La soluzione Raikkonen pare scartabile quanto quella di Bottas. Uno si è ritirato e non è facile fargli cambiare idea, l’altro ha vuotato il sacco sul suo ormai, ex team e si è accordato con l’Alfa Romeo.

Ci sarebbe un’ipotesi “giovane”, ma rischierebbe di catapultare direttamente Russell alla ricerca del Mondiale da primo pilota. Perché in Alfa oltre a Bottas c’è andato il rookie Zhou, mentre in F1 sarebbe rimandato l’esordio a questo punto di Nyck De Vries, che conosce già le vetture Mercedes in quanto ha lavorato da collaudatore nel 2021. Forse a Brackley ci starebbero facendo un pensierino.

F1, Toto Wolff affamato di vittorie: avviso duro alla Mercedes

Altrimenti, ancora un’idea legata con un sottilissimo filo alla Alfa Romeo. Bottas e Zhou dentro, niente spazio per De Vries, e fuori l’italiano, Antonio Giovinazzi. Per adesso il 2022 dovrebbe vestirlo di rosso, da riserva delle ultime dodici Gare in Ferrari, ma non è escluso che sprovvista di grandi disponibilità sin da subito, la Mercedes non possa dare una opportunità al ventottenne pugliese. Per adesso sono queste, le piste che sembrano più percorribili, in caso di addio di Lewis Hamilton.