Hamilton lascia la Mercedes? Un ex campione ne è praticamente certo

Hakkinen analizza la situazione di Hamilton in Mercedes ed esprime delle dichiarazioni forti sul sette volte campione di F1.

Sicuramente Lewis Hamilton sperava di trovarsi in una condizione migliore all’inizio del Mondiale 2022 di Formula 1. Dopo tanti anni nei quali la Mercedes è stata il riferimento della griglia, ora lo scenario è differente.

Lewis Hamilton
Lewis Hamilton (Ansa Foto)

La W13 è la terza monoposto più competitiva della griglia e c’è parecchio gap da recuperare rispetto a Ferrari e Red Bull. Considerando che c’è un budget cap da rispettare e dunque non si possono fare investimenti illimitati, non è semplice ridurre la distanza in breve tempo.

La macchina anglo-tedesca patisce molto il problema del porpoising, che non permette di esprimere il pieno potenziale. Nell’ultimo Gran Premio d’Australia è stato un grosso ostacolo per i piloti, che comunque al traguardo hanno potuto approfittare dei ritiri di Max Verstappen e Carlos Sainz per essere più avanti del previsto.

Mercedes F1, Hakkinen analizza la situazione di Hamilton

Mika Hakkinen in un intervento a Unibet ha commentato il complicato momento che sta attraversando Hamilton in F1: “La sua situazione è difficile. Russell non è lì per fare il numero 2 o per perdere, vuole diventare campione un giorno e non si inchinerà a Lewis. È complicato essere battuti da George e sono sicuro che Hamilton sia ancora sconvolto per quanto avvenuto in Australia”.

George Russell a Melbourne è arrivato terzo, proprio davanti al compagno di squadra. Quest’ultimo ha spiegato che a causa del surriscaldamento del motore non ha potuto attaccare nel finale di gara. Ad ogni modo, l’ex pilota Williams è stato anche fortunato a fare il pit-stop poco dopo l’uscita della Safety Car, così ha potuto guadagnare la posizione sul teammate.

Hakkinen ritiene che sarà difficile per Lewis il duello con Russell, un giovane con davvero tanta voglia di fare bene e di diventare un top driver della Formula 1: “Temo che questa sarà una stagione davvero complicata per lui. Avere George davanti è un disastro. Scommetto che nelle riunioni di squadra è di cattivo umore e si lamenta”.

Il due volte campione del mondo con la McLaren aggiunge anche che, a suo avviso, Hamilton potrebbe fare delle riflessioni specifiche sul suo futuro: “È in Mercedes da anni e ha vinto tanti campionati. Ora che le cose non vanno bene, inizierà a pensare di cambiare squadra”.

Va detto che Lewis ha un contratto con Mercedes fino al 2023, pertanto è presto per valutare un cambiamento di scuderia. È un discorso che eventualmente potrà essere fatto l’anno prossimo.