Honda sotto accusa da Alex Marquez: è la direzione sbagliata?

Ecco spiegati i cattivi risultati dei piloti Honda, il retroscena sul week-end di Alex Marquez che rivela le sue preoccupazioni.

Non era di certo l’avvio di stagione che volevano in Honda. E certo neanche lui, Alex Marquez, si sarebbe aspettato di fare tanta fatica. Ed invece, la settima posizione del week-end di Portimao, è stato quanto di meglio potesse arrivare sino ad ora, nella stagione 2022. Lo spagnolo, fa capire che le cose non vanno tanto bene.

Alex Marquez (Ansa)
Alex Marquez (Ansa)

Il classe ’96, aveva già espresso il suo pensiero: la Honda deve attaccarsi a suo fratello, vero campione e che sicuramente ha una marcia in più di tutti. Ma non può bastare solo quello, se le prestazioni della moto non vanno. E proprio Alex ha fatto i conti con la nuova RC213V che almeno per adesso, non si avvicina nemmeno alle prestazione delle moto dell’anno scorso, eppure quelle inizialmente, venivano tanto criticare. Ora c’è chi ne sente la mancanza.

I dubbi di Alex Marquez

Lo spagnolo ha commentato così, i suoi risultati ottenuto fino ad oggi: “Siamo stati un po’ meglio con la vecchia moto, ma dobbiamo trovare un buon terreno comune. I risultati sono stati migliori l’anno scorso. Ma è normale, avevamo già sottolineato nella stagione precedente che avremmo avuto bisogno di più tempo con la nuova moto. Era chiaro. Sappiamo di avere più grip, ma si sono verificati diversi problemi nella parte anteriore”.

Insomma, quanto terrendo farà perdere ancora la nuova moto alle squadre Honda? Siamo già alla quinta corsa della stagione ed Alex Marquez ha portato a casa due ritiri e qualche posizione centrale. Una frecciatina alla squadra, quella sua, che non può passare inosservata. Pochi giorni fa intanto, Bradl svelò dei retroscena sulla moto di Marc, ma l’unica cosa che sanno i tifosi dei due spagnoli per ora, è che qualcosa non sta andando per il verso giusto. E non c’è tutto questo tempo da perdere, se non si vuol finire nel baratro della classifica.

Il minore dei fratelli Marquez, torna nello specifico anche sull’ultima Gara, ammettendo che tutto ciò su cui si era lavorato venerdì e sabato, aveva poi avuto bisogno di altre revisioni, finendo quasi per peggiorare, invece di riuscire a trovare dei buoni spunti. “Nei test di lunedì sarà importante migliorare con le nuove gomme. Dobbiamo elaborare un buon piano. Il nostro test in realtà è iniziato venerdì, ma sfortunatamente abbiamo lavorato nella direzione sbagliata, quindi non abbiamo potuto iniziare fino a domenica”, ha spiegato il catalano. C’è tanta confusione in casa LRC.