F1, piccolo “incidente” per Gasly: la Red Bull non ne sarà contenta (VIDEO)

Pierre Gasly corre in Alpha Tauri e per questo, viene premiato direttamente dalla Red Bull, ma ciò che fa non sarà molto apprezzato.

Pierre Gasly (Getty Images)
Pierre Gasly (Getty Images)

Non è forse l’anno fortunato di Pierre Gasly. Il simpatico giovane francese, ha concluso ottimamente la sua stagione in Formula1, con un ottimo nono posto in classifica Piloti. Però, dopo aver subito una clamorosa truffa, si è di nuovo cacciato nei guai.

Stavolta, a non essere contenta sarà la “casa madre”, della sua scuderia, Alpha Tauri. Pierre, che sogna un giorno di tornare in Red Bull, ma da pilota ufficiale, non ha di certo compiuto un gesto che farà felice la casa di Salisburgo. Ecco cosa ha fatto.

Quanto costa una disattenzione a Gasly

Lo stesso venticinquenne ha postato tutto in due stories di Instagram. Incosciente della brutta figura che avrebbe fatto di lì a poco, il nativo di Rouen riprende tutto dal balcone di casa sua, dove con sfondo un bel paesaggio innevato, sembra in procinto di aprire un gradito regalo di Natale.

Stando agli stemmi dello scatolone poggiato sulla ringhiera, arriva proprio dalla Red Bull. Si tratta di una confezione speciale, che molto difficilmente arriverà mai nelle vostre case. Ma se per qualche motivo la casa di Salisburgo dovesse premiare anche voi, il consiglio è quello di stare molto più attenti all’uso dello scalpello, rispetto a quello fatto invece da Pierre Gasly.

Che motore monta la Red Bull 2021? I motivi della grande crescita

Il video diventa davvero divertente, ma il francese non farà certamente la felicità degli austriaci ed ecco perché. Nel tentativo di rompere la plastica che rappresenta il ghiaccio in cui è tenuta la bevanda (una Red Bull, ovvio), il francese buca la lattina e così si ritrova con la nuova bevanda lanciata dalla società, zampillante a confezione non ancora del tutto aperta. Ma nella seconda story, il pilota non demorde e prende la decisione definitiva: bere dal buco provocato. Vi consigliamo di non ripetere neanche questo gesto, per evitare eventuali tagli alla lingua, che è meglio non procurarsi.

Ed eccole, le divertenti storie del guaio combinato da Pierre Gasly: