Joan Mir sbotta: stufo delle critiche fa una promessa per il 2022

Parole dure di Joan Mir: lo spagnolo non accetta le critiche e dà la carica anche al suo team per la stagione 2022.

Joan Mir (Getty Images)
Joan Mir (Getty Images)

Le dichiarazioni interessanti, non terminano insieme alla stagione sportiva. Almeno non in MotoGP, dove il caldo della pista porta ancora adrenalina nel corpo dei piloti, che non dimenticano di dover fare qualche polemica. Joan Mir, che per ora correrà in Suzuki, ma ha già fatto capire che potrebbe lasciarla, ha sempre qualcosa da far scrivere agli uomini della stampa.

Forse Mir non ha neanche tutti i torti, a proposito di moto. Il ventiquattrenne, ha collezionato 208 punti in stagione e quindi il terzo posto totale, ma l’impressione è che non abbia mai realmente corso per infastidire la Yamaha e la Ducati, che andavano più forte.

Joan Mir: “La squadra sarà più forte”

E per il maiorchino, non è stata facile da digerire, un’altra cosa. Nonostante i sei podi stagionali, nessuno è mai valso il primo posto. La sua moto come già detto, non andava più forte delle altre e tra l’altro, lo holeshot posteriore era già stato inserito su tutte le altre moto, quando finalmente è arrivato alla sua GSX-RR.

Lo spagnolo ha contato sul suo talento e questo è stato notato anche da grande team. Infatti, ce n’è già uno sulle sue tracce, nella speranza che Mir continui a non essere accontentato dalla Suzuki. Il ragazzo però, stavolta cambia rotta e parlando del team, ai media dice: Sarà più forte. Con la situazione che abbiamo vissuto, saremo più forti perché abbiamo imparato tante cose su quanto sia difficile vincere in MotoGP. Devi fare di più per vincere il titolo”.

LEGGI ANCHE>>> Agostini boccia la scelta di Valentino Rossi: ecco cosa ha sbagliato

Ma il classe ’97, che ha ammesso di aver vissuto una grande pressione durante la stagione, è già carico. Infatti, a proposito di chi lo ha criticato, ha parole tutt’altro che dolci: Dormirò bene perché non potevo fare di meglio. Se qualcuno dice che ho fatto la peggior difesa del titolo della storia, ben venga. Devono vivere tutto per capire la situazione e saperne un po’ di più prima di fare quei commenti. Non me ne frega un c***o di quelle persone”.