Jorge Lorenzo, consigli a Fabio Quartararo sul contratto

Jorge Lorenzo nominato ‘MotoGP Legend’ a Jerez: il cinque volte iridato fa il punto sulla stagione MotoGP 2022.

A Jerez de la Frontera Jorge Lorenzo è stato nominato ‘MotoGP Legend’ con una cerimonia tenutasi nel tardo pomeriggio post qualifiche. Ad abbracciarlo i tanti piloti presenti ai box, fra cui Marc Marquez, Fabio Quartararo, Jorge Martin, Jack Miller e tanti altri, oltre ad alcuni manager come Paolo Ciabatti e Lin Jarvis.

Quartararo e Jorge Lorenzo (ANSA)
Quartararo e Jorge Lorenzo (ANSA)

Dopo il ritiro a fine campionato 2019 Jorge si è dedicato alla “dolce vita”, ai viaggi, al lusso, si occupa di investimenti. Ma ricorda: “Sono tra i pochi fortunati che può decidere come spendere i suoi giorni, un privilegio per pochi, ma io questa possibilità me la sono creata con il lavoro e i sacrifici“, ha sottolineato in un’intervista a ‘La Gazzetta dello Sport’. Da quest’anno inoltre si impegnerà nei panni del pilota automobilistico nella Porsche Cup e del commentatore tv per Dazn, per cui seguirà un totale di 7 GP.

L’analisi di Jorge Lorenzo sulla stagione MotoGP

A Jerez parla anche del campionato in corso, con Pecco Bagnaia che ha finalmente ritrovato un filo diretto con la nuova Ducati GP22, dopo un inizio di stagione in salita. “Ovviamente c’era qualcosa che non andava bene sulla sua nuova Ducati, ora sembra aver ritrovato la retta via“, ha commentato Jorge Lorenzo. “Guida con molta confidenza e attacca con fluidità“.

Ma la più grande ammirazione del pentacampione va all’ex compagno di squadra Marc Marquez, nonostante stia attraversando un momento difficile. “Senza i problemi fisici degli ultimi anni vincerebbe anche con questa moto. Ma un po’ per colpa del fisico un po’ per la Honda che ha deciso di cambiare moto, non riesce più a fare la differenza in un campionato talmente competitivo. Non mi sento di dargli consigli, ma deve avere pazienza e aspettare che torni il suo momento“.

Infine una battuta sulle vicende di mercato che vedono Fabio Quartararo al centro della scena. Nelle ultime ore aumentano i segnali che lo vedrebbero rinnovare con la Yamaha, anche se manca ancora la firma. Nel mese di maggio team e pilota dovranno prendere una decisione definitiva, anche se hanno fissato giugno come data di scadenza. “A volte è il pilota a non essere al massimo, altre volte è colpa della Casa. Yamaha adesso ha qualche problema, ma in questo momento Fabio deve sostenerla e darle fiducia“.