Justine Mattera in costume leopardato è uno spettacolo di seduzione FOTO

Justine Mattera, show girl americana di New York, da una vita in Italia: 50 anni compiuti da poco, ma voi a vederla ci credete davvero?

Justine Mattera (instagram)
Justine Mattera (instagram)

Justine Mattera: dal matrimonio con Limiti agli inizi come sosia di Marilyn

Ex moglie del compianto presentatore Paolo Limiti, si presenta nel nostro Paese come una delle tante sosie di Marilyn. Con l’arrivo dell’era dei social, e in particolare di Instagram, la bella Justine capisce che l’arte di provocare e di mostrare possono tenerti “in sella” nel mondo dello spettacolo. E così negli ultimi cinque anni ci abitua a scene di nudo anche integrale, mai però volgari, a copertine osè di giornali, mettendo in mostra un fisico pazzesco.

Justine Mattera: la bici una passione vera

Curatissima nel fisico, sportiva nata, “fissata” con un’alimentazione rigidamente sana. Di recente ha confessato che per mantenere saldamente il corpo al top, durante la primavera e l’estate sceglie le colline italiane per lunghe passeggiate in bici.

LEGGI ANCHE >>> Sabrina Salerno: lato A incontenibile. Il costume esplode

LEGGI ANCHE >>> Sabrina Salerno: bikini da urlo, il segreto dell’eterna giovinezza

Provocare ma con stile

La Mattera ama provocare. Non c’è dubbio. E se lo può permettere. L’Italia e gli italiani l’hanno adottata, lei sa come ripagare l’affetto del nostro Paese. Dopo la separazione con Limiti, con cui è rimasto sempre un legame profondo fino alla sua morte (per la quale non ha mancato di provare dolore immenso), Justine si è rifatta una vita. Nel 2009 ha sposato Vincent Cassata, da cui ha avuto i figli Vivienne Rose e Vincent Michael.

Show girl…a tutto tondo

Mezzo milione di followers, occhi abbaglianti, viso angelico, lato A da urlo, lato B spettacolare. Cosa volere di più? Artista a 360 gradi, balla, canta, conduce, ha anche fatto del cinema e del teatro. Non ha mai nascosto la passione innata per lo sport: palestra, pesistica, pilates, corsa, lunghe camminate a piedi. Ma più di tutto l’amore per la bici. Quella che la lega ai ricordi di bambina a New York e che non abbandona mai.